PopSockets

Fogolar Furlan a Londra

Pres. Michele Gomboso e vice pres.Gustavo Zuliani Fogolar Londra

Tutto è pronto per l’inaugurazione del Fogolâr Furlan di Londra. Sabato 26 settembre, quando il Big Ban segnerà le 14.45, il sodalizio friulano della capitale inglese festeggerà ufficialmente la sua nascita. L’appuntamento è fissato nella sede, il pub The Old Crown, 90, Highgate Hill, N19 5NQ (Tel. 020 7272 3893), gestito dalla friulana Patrizia Grison, una delle socie fondatrici.
Il programma prevede, dopo l’opening e i saluti di benvenuto una degustazione di prodotti enogastronomici friulani introdotta da un rappresentante dell’Accademia della Cucina Italiana, delegazione di Udine, e curata dall’associazione AmbientArti.
Ospiti speciali dell’evento, patrocinato dal Consolato Generale d’Italia, saranno la cantautrice friulana Giulia Daici che, assieme al musicista Simone Rizzi, alle 16 si esibiranno eseguendo alcuni brani in marilenghe e in italiano tratti dalle sue incisioni “E poi vivere” e “Tal cîl des Acuilis”. La cantante si era esibita anche durante l’apertura del Fogolâr Furlan di Dublino lo scorso 28 febbraio. Chiuderà, alle 17, il dj Sydney.

Il presidente del Fogolâr londinese è Michele Gomboso, nato a Udine nel 1977, che si sta già prodigando per mettere in rete i friulani che risiedono nella capitale. Inglese di adozione da oltre 11 anni Gomboso ha sempre lavorato nel settore della ristorazione, in particolare dei vini, rifornendo i ristoranti italiani presenti in città. Gli altri attivissimi soci fondatori sono: il vicepresidente Gustavo Zuliani, Candido Nigris, Patrizia Grison, Paolo Pascolo, Alice Contardo e Antonella Pilot.

L’entusiasmo e il forte legame con la terra d’origine emergono dalle parole del presidente Michele Gomboso: “Il Fogolâr Furlan di Londra si propone come punto di riferimento per i friulani e simpatizzanti che arrivano nella capitale inglese e per coloro che sono già presenti sul territorio. Apriremo prossimamente anche il nostro sito web www.fogolarlondra.com, dove pubblicheremo offerte di lavoro e saranno inserite le possibilità di alloggio. Ci muoveremo a 360° creando e promuovendo eventi culturali, ludici ed enogastronomici. Il panorama moderno della Londra, dove il mercato è sempre più competitivo, fa sì che le persone, anche per quanto concerne la vita sociale, si muovano alla ricerca di contatti nuovi e interessanti. I soci sono animati da questo spirito e mirano a far diventare il Fogolâr una realtà ben integrata nel territorio. Tra gli obiettivi del Fogolâr c’è quello di promuovere il dialogo interculturale e i contatti con altre associazioni operanti in loco, sviluppare con il Friuli iniziative di promozione in ambito sociale, culturale ed economico. Quindi dev’essere al contempo un punto di riferimento per i friulani e una presenza dal sistema osmotico, ovvero di interscambio tra friulani, residenti e territorio. Prendiamo spunto dalla realtà che ci circonda, veloce, imprevedibile ma dove l’antico e il moderno si fondono e convivono benissimo”.
Quello di Londra è uno degli ultimi Fogolârs nati dal 1914 ad oggi. La rete, già forte di oltre 150 sodalizi, è destinata a crescere ancora con la prossima apertura del Fogolâr Furlan del Michigan probabilmente l’ultimo della presidenza Pittaro.
Mentre il Fogolâr Furlan di Londra diventa realtà nella megalopoli britannica, davanti al pub The Old Crown, sventola già orgogliosamente la bandiera del Friuli. Chi fosse interessato a contattare il Fogolâr londinese può scrivere una mail a [email protected]

facebook
3.025