Fondi strutturali: Zilli, segnali positivi da esiti progetto EU-MOVE

Udine, 29 mar – L’assessore regionale alle Finanze, Barbara
Zilli, parteciperà all’Evento conclusivo e di premiazione della
seconda fase di ‘Eu-Move-L’Europa si muove nella tua direzione’,
un progetto di alternanza scuola-lavoro finanziato attraverso il
Por Fesr 2014-2020 FVG, che si proponeva di dare voce ai giovani
per consentire loro di esprimersi sul concetto di Europa,
concretizzando nel contempo l’obiettivo di valorizzare le
competenze trasversali per l’orientamento.

A causa dell’emergenza sanitaria, quest’anno l’evento si svolgerà
on line, il 31 marzo a partire dalle ore 10, e si potrà seguire
accedendo al link www.eumove-regionefvg.it.

“La fase finale del progetto – evidenzia l’assessore Zilli che ha
competenza su specifiche intersettoriali Por Fesr 2014-2020 e Por
Fesr 2021-2027, Interreg Italia-Slovenia e Conferenza delle
Regioni – si proponeva di diffondere tra gli studenti delle
scuole superiori una conoscenza approfondita delle politiche
comunitarie e del ruolo delle istituzioni nello sviluppo dei
programmi operativi e nella gestione dei fondi strutturali e di
investimento europei”.

Infatti, a partire dal mese di settembre del 2019 si è articolato
il monitoraggio civico di otto progetti del Programma ‘Eu-Move’
da parte di studenti organizzati in altrettanti gruppi e
appartenenti a quattro istituti: il Liceo Classico ‘Stellini’ e
l’Isis ‘Stringher’ di Udine, il Liceo Scientifico ‘Duca degli
Abruzzi’ e l’Isis ‘G. D’Annunzio’ di Gorizia.

Gli studenti partecipanti hanno innanzitutto contattato alcuni
dei beneficiari dei fondi strutturali del Por Fesr FVG, tra le
aziende e i Comuni del Friuli Venezia Giulia, per redigere
interviste con l’obiettivo di verificare la qualità, i risultati
e il raggiungimento delle finalità dei progetti finanziati, in
particolare di quelli attuati a vantaggio dei cittadini e della
comunità.

Con il materiale raccolto, i diversi gruppi di studenti hanno poi
realizzato prodotti comunicativi (video, brochure o
presentazioni) per raccontare in forma creativa le buone prassi
che avevano potuto monitorare e riscontrare nei Comuni di Udine e
di Gorizia, nonché nelle aziende Moroso, Biopharma, beanTech,
Solari, Ape Research/Uniud e Monte Carlo Yachts.

Nel corso dell’evento conclusivo in programma il 31 marzo, i
portavoce degli otto gruppi di studenti protagonisti di ‘Eu-Move’
saranno intervistati sui prodotti presentati e sui beneficiari
con i quali si sono rapportati.

“Infatti, la Regione ha voluto fossero direttamente i giovani a
valutare i progetti finanziati e la loro attuazione – spiega
l’assessore Zilli -, in un’ottica di cittadinanza attiva e per
renderli consapevoli della necessità di imparare a sorvegliare
sull’utilizzo sul territorio delle risorse pubbliche, in
particolare rispetto a quelle derivanti dalle politiche per la
coesione; tutto questo per favorire la formazione di cittadini
attivi e consapevoli”.

“I risultati del progetto sono stati più che incoraggianti –
commenta l’assessore – perché è emersa la curiosità dei ragazzi
su queste tematiche, ma nel contempo si sono evidenziate la
disponibilità, la capacità e l’accoglienza dei beneficiari, i
quali si sono messi a disposizione con grande spirito di
partecipazione per un progetto impegnativo come questo: ciò,
nonostante le difficoltà che tutti stiamo attraversando in questo
periodo, rappresenta un segnale importante”.

A conclusione dell’evento, i lavori degli studenti saranno
sottoposti all’esame di una giuria composta dai rappresentati
della Commissione europea e dell’Agenzia per la coesione
territoriale. Ai vincitori andranno voucher per la cultura.
ARC/CM/ma

Powered by WPeMatico

335