Fontanini: “Scelta sensata visto che da noi non si applica la Delrio”.

La Provincia di Udine esce dall’Upi nazionale

La Provincia di Udine è uscita dall’Unione delle Province d’Italia, strada che verrà seguita anche dalle altre tre Province. L’approvazione del provvedimento, con cui si è rescissa la partecipazione all’associazione nazionale, è stata comunicata oggi a Roma e costituisce la logica conseguenza del diverso percorso di riforma di tali enti fra il livello nazionale e quello che coinvolge il nostro territorio. In Friuli Venezia Giulia già da tempo il modello organizzativo e le fonti di finanziamento delle Province hanno caratteristiche diverse rispetto al resto d’Italia per la piena competenza in materia di assetto di ordinamento degli enti locali esercitata dalla Regione in forza della propria specialità.

“Si tratta di una scelta di buon senso, realistica e come tale necessaria, in quanto non c’è più alcun motivo di restare all’interno di un organismo nazionale, con il contestuale versamento della quota, che non può rappresentare le istanze dei nostri territori”, commenta il presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, che, invece, conferma per il 2016 il sostegno all’Upi del Friuli Venezia Giulia per quanto concerne le iniziative di coordinamento a livello locale e di rappresentanza delle quattro Province nei confronti della Regione e degli altri enti locali.

Powered by WPeMatico

352