Bearzi

FORMAZIONE: FVG PRESENTERÀ PROGETTI A VALERE SU FONDO PER INTEGRAZIONE

Udine, 13 ago – L’Area istruzione, alta formazione e ricerca e
il Servizio corregionali all’estero e integrazione degli
immigrati della Regione parteciperanno all’avviso pubblico per la
presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo asilo,
migrazione e integrazione 2014-2020 (Fami) per la qualificazione
del sistema scolastico in contesti multiculturali.

Si tratta di finanziamenti per la realizzazione dei piani
regionali per l’integrazione dei cittadini di Paesi terzi. La
Regione FVG partecipa, quindi, a due azioni: la prima relativa
all’istruzione che prevede il potenziamento dei percorsi di
alfabetizzazione alla lingua italiana per stranieri fino a 25
anni e interventi per l’inserimento nel sistema scolastico
regionale anche attraverso l’aggiornamento della collana “Un
mondo di Scuola” (pubblicazione predisposta dall’amministrazione
regionale con schede relative ai percorsi di studio di oltre 60
paesi del mondo interessati da flussi migratori vero il Friuli
Venezia Giulia).

A questi si aggiungono, inoltre, gli interventi per favorire il
dialogo fra insegnanti e famiglie di studenti stranieri
attraverso supporti linguisti durante i colloqui oltre
all’attivazione di esperienze di laboratorio dove permettere ai
bambini e ai ragazzi immigrati di sperimentarsi in esperienze di
successo e incontrare esperti o testimoni (ad esempio immigrati
di seconda generazione) in grado di portare informazioni e
vissuti positivi.

La seconda azione è finalizzata, invece, al potenziamento dei
servizi territoriali per incrementare gli sportelli informativi
presso gli ambiti distrettuali che il ministero ha individuato
come partner obbligatori del progetto.

L’obiettivo del Fami è quello di contribuire alla gestione
efficace dei flussi migratori e all’attuazione, al rafforzamento
e allo sviluppo della politica comune di asilo, protezione
sussidiaria e protezione temporanea e della politica comune
dell’immigrazione, nel pieno rispetto dei diritti e dei principi
riconosciuti dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione
europea.

L’avviso pubblico emanato dal ministero del Lavoro e delle
Politiche sociali, con termine prorogato al 15 settembre 2016, è
stato elaborato secondo un approccio multisettoriale, capace di
integrare politiche, servizi ed iniziative che fanno riferimento
ad aree diverse, fra loro complementari.

In tal senso, uno degli elementi caratterizzanti l’avviso è
costituito dalla previsione di una strategia regionale di
intervento unitaria che si esplica nella redazione di un piano di
intervento regionale ovvero il documento che illustra la
strategia complessiva che si intende mettere in atto attraverso
le singole proposte progettuali.

In quest’ottica è stata realizzata la scheda progetto
“MULTI-FAMIFVG2016-18”, che definisce le linee di indirizzo per
l’elaborazione dei progetti, individuando, in qualità di partner
obbligatori per l’azione 1 i quattro Centri provinciali per
l’istruzione degli adulti (Cpia) e gli enti di formazione
accreditati della regione, unitamente all’Ufficio scolastico
regionale e, per l’azione 2, gli ambiti distrettuali, nel numero
massimo di 4 tra quelli con il numero maggiore di popolazione
straniera e che consentono di raggiungere il maggior numero di
destinatari finali, possibilmente in reti territoriali articolati
su base provinciale.

La Giunta ha autorizzato, quindi, la presentazione delle proposte
progettuali alla competente direzione generale dell’Immigrazione
e delle Politiche di integrazione presso il ministero del Lavoro
e delle Politiche Sociali, individuata dallo stesso quale
referente nazionale delle azioni Fami.

L’allocazione finanziaria prevista per la Regione Friuli Venezia
Giulia, per le azioni 1 e 2 è rispettivamente di 368mila euro e
352mila euro.
ARC/LP/EP

Powered by WPeMatico

facebook
399