“Frida Kahlo. Il caos dentro”: l’esposizione più visitata in Friuli Venezia Giulia dal 1 al 18 aprile, con oltre 7mila visitatori

La mostra sensoriale “Frida Kahlo. Il caos dentro” è stata l’esposizione più visitata in Friuli Venezia Giulia nel periodo pasquale. Lo evidenzia Salvatore Lacagnina della società organizzatrice Navigare, analizzando i dati inviati dal circuito Ticketone: dal 1 al 18 aprile oltre 7.000 persone hanno infatti visitato l’esposizione allestita al Salone degli Incanti di Trieste, delle quali il 70% turisti stranieri e italiani.

“La particolarità della mostra” – conferma Lacagnina, anticipando l’apertura della mostra anche in occasione delle festività del 25 aprile e del 1 maggio  – “è ben recepita dai visitatori interessati a scoprire il mondo interiore e artistico della celebre artista attraverso un viaggio nel variegato, sofferto, caotico e vitale universo di Frida Kahlo, in un percorso in cui vengono scandagliati diversi tratti della sensibilità e della personalità dell’eclettica artista. Curiosità ha sicuramente destato anche la recente notizia che l’unica opera originale di Frida Kahlo esposta a Trieste (“Piden aeroplanos y les dan alas de petate” / “Chiedono aeroplani e gli danno ali di paglia”) verrà ritirata definitivamente dalle esposizioni a conclusione della mostra, in quanto acquistata da un Collezionista privato per un milione e 500 mila euro”.

Promossa dal Comune di Trieste – Assessorato alle politiche della cultura e del turismo, con il supporto di Trieste Convention and Visitors Bureau, di PromoTurismoFVG, dell’Ambasciata del Messico in Italia – Consolato del Messico di Milano, la mostra racconta Frida Kahlo mettendo in evidenza tanto la temperie culturale e politica in cui la pittrice visse, quanto le sue fragilità e la sua forza. Soprattutto, mette in contatto l’emotività del visitatore con quella di Frida, grazie all’uso di tecnologie immersive che rafforzano le suggestioni e avvicinano i visitatori di ogni età a una donna e artista dalla grande forza attrattiva.

Il percorso espositivo curato da Antonio Toribio Arévalo Villalba, Aleandra Matiz, Milagros Ancheita e Maria Rosso si suddivide in varie sezioni: Dipinti, litografie e riproduzioni dei celebri autoritratti, Le fotografie originali di Leo Matiz, Le emissioni filateliche, Lettere, diari e oggetti negli ambienti di Casa Azul, I murales messicani nelle installazioni multimediali, L’arte del vestire, Frida in video nella sala cinema 10 D.

La mostra al Salone degli Incanti è aperta al pubblico fino al 23 luglio tutti i giorni, nel rispetto delle normative sanitarie in vigore, con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì_09.30 | 20.30, sabato, domenica e festivi_09.30 | 21.00
I biglietti si possono acquistare on line sui circuiti www.ticketone.it e www.etes.it 
o alla biglietteria del Salone degli Incanti, Riva Nazario Sauro 1, telefono: 388 850793

“Frida Kahlo. Il Caos dentro” è prodotta e organizzata da Navigare Srl, in collaborazione con BAT Italia, ZKB e Antica Tostatura Triestina.

797