Bearzi

Friuli Future Forum: Il futuro delle città e delle periferie

friuli future forum

Sarà John Wilburn, direttore delle iniziative strategiche al Center for Houston’s Future e direttore del Houston Chronicle, a dare il via ufficiale, con il presidente camerale Giovanni Da Pozzo e il magnifico rettore Alberto Felice De Toni il 21 ottobre alle 17, al Future Forum 2014, pronto a snodarsi tra workshop, conversazioni e interviste fino a fine novembre alla Camera di Commercio di Udine – e in contemporanea, per una settimana dal 22 al 29 ottobre – anche a Napoli, nelle splendide sale del Teatro San Carlo, nell’ambito del Forum Universale delle culture. Un doppio percorso, a dimostrazione di «come il Future Forum sia un format riconoscibile ed esportabile in altre realtà per avviare una riflessione e progetti partecipati di futuro, rendere i territori più consapevoli e pronti ad affrontare, ma anche a guidare, le sfide che li attendono», commenta il presidente Da Pozzo, ricordando che «oltre che da Napoli, ci stanno arrivando manifestazioni d’interesse e richieste anche da altre città». Segno che anticipare il futuro è una necessità sempre più sentita, che va discussa, intuita, assimilata per potersi trasformare in progetto concreto e strategico di futuro.

Il format “Future Forum” riesce a racchiudere tutto questo in modo efficace e si impegnerà a realizzarlo anche in questa edizione, grazie al lavoro di squadra fra Camera di Commercio, Regione, Comune e Università di Udine, vicino/lontano e un network fittissimo fatto di istituzioni, categorie economiche, realtà associative, distretti produttivi e centri d’innovazione, realtà della formazione e del sociale. Un territorio unito, consapevole che solo dalla messa in rete di competenze, professionalità e ruoli può delineare in modo serio e condiviso i suoi scenari di futuro.

L’incontro di apertura si concentrerà sul futuro delle città e sul ruolo delle periferie. «Da città-stato – anticipano dal Future Forum – siamo arrivati a città-mondo, che replicano in dimensione urbana o metropolitana i problemi e le contraddizioni geopolitiche ed economiche del pianeta, con diseguaglianze, differenze linguistiche, culturali, religiose, leadership discusse e conflitti. Uno dei problemi è il loro rapporto con le periferie: la storia ci dimostra che l’innovazione accade proprio lì, vero laboratorio del mondo, e che le grandi città sono il luogo dove emerge il conflitto, non l’elaborazione, dove si concentra il consumo e la celebrazione di quello che nasce fuori da esse». Oltre che sulle città, i temi trasversali su si andrà a discutere al Future Forum saranno il futuro di lavoro e l’impresa, salute e la scienza, turismo e industrie creative, trasmissione dei saperi, scenari di ciò che può accadere nei prossimi anni.

L’apertura ufficiale del Forum sarà anticipata da due appuntamenti “prima della prima”. Uno il 20 ottobre, con Gennaro Guida (Fondatore e Ceo Estensa, web agency specializzata in progetti di comunicazione web, software engineering e web marketing) e Mariya Zakhrilova (Seo-Sem Specialist, esperta di strategie di web marketing nazionali e internazionali per le Pmi), che si confronteranno in un workshop sull’internazionalizzazione digitale e sul ruolo delle nuove tecnologie e il web marketing per lo sviluppo dei mercati esteri. Il laboratorio si terrà dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17 nella Sala dell’Economia della Camera di Commercio (ingresso piazza Venerio). Altra anticipazione sarà quella del 21 ottobre alle 15, nella Sala Corgnali della Biblioteca civica Joppi in Riva Bartolini. Sarà affrontato il percorso che porta dalle “biblioteche 2.0” alla formazione continua, il “life long learning”, una strada che rende sempre più “social” anche il processo della conoscenza. A confrontarsi saranno Orna Mager (Responsabile del Dipartimento di Educazione degli adulti e direttore del Centro multi-disciplinare di Modi’in, unico centro di riferimento in Israele per i programmi di Life Long Learning, Active Citizenship e Learning City) e Antonella Agnoli (nel Cda dell’Istituzione biblioteche di Bologna e dell’Associazione Forum per il Libro, collabora con architetti e amministrazioni in tutt’Italia per la progettazione degli spazi e servizi bibliotecari e per la formazione del personale).

Tutti gli incontri sono a ingresso libero, anche se è consigliata la prenotazione, scrivendo a [email protected] Il programma sarà sempre aggiornato su www.futureforum.it, dove ci saranno anche racconti e reportage video di tutti gli incontri del Future Forum, che potranno essere “socializzati” anche con l’hashtag #FF2014. Friuli Future Forum è la pagina Facebook da seguire e per Twitter l’account ufficiale è @friuliforum.

21 OTTOBRE

DISEGNARE SCENARI LOCALI PER LEGGERE LA REALTÀ E IL CAMBIAMENTO NEL MONDO

ORE 17, Sala Valduga

GIOVANNI DA POZZO: Presidente della Camera di Commercio di Udine

ALBERTO FELICE DE TONI: Rettore dell’Università di Udine

JOHN WILBURN: Direttore delle iniziative strategiche presso il Center for Houston’s Future, è esponente di spicco nel mondo del giornalismo. Direttore editoriale dell’Houston Chronicle, produttore e autore di “Talking With David Frost”, il programma d’interviste della PBS, nella sua carriera ha diretto numerose testate tra cui Dallas Life, il supplemento domenicale del The Dallas Morning News, e lo Huston Press, di cui è stato anche fondatore.

facebook
422