FVG-BAVIERA: PRES. SEEHOFER, PORTO DI TRIESTE SCALO PRIVILEGIATO

Trieste, 4 apr – Il Porto di Trieste quale scalo privilegiato
per la Baviera e un “modello Friuli Venezia Giulia” che, per
dinamismo e innovazione, rappresenta il partner ideale con cui
avviare una collaborazione nei campi dell’economia, della
formazione, dei trasporti e della valorizzazione dei prodotti
tipici.

Queste le parole del presidente della Baviera, Horst Seehofer, a
commento dell’intesa siglata oggi a Trieste che unisce il Land
tedesco e la Regione Friuli Venezia Giulia.
Il massimo esponente del governo bavarese ha inoltre dichiarato
di essere rimasto particolarmente impressionato “dalla capacità
di agire e dalla ricchezza di idee” che l’Amministrazione
regionale del Friuli Venezia Giulia ha messo in campo nel corso
degli incontri preparatori all’accordo.

Dal canto suo, la presidente Serracchiani ha voluto rimarcare
come, in un contesto in cui il concetto di Europa sta
attraversando un momento di difficoltà, gli stati e le regioni
dell’Unione non si devono far fermare dalle crisi in atto. Ma la
presidente ha voluto anche sottolineare come l’intesa di oggi non
rappresenti una prima tappa iniziale, o un punto di arrivo, ma
una sorta di road map, con l’auspicio che in futuro il rapporto
di collaborazione possa estendersi anche ad altre aree tematiche.

Il presidente bavarese ha voluto porre anche l’accento su uno dei
principi alla base dell’accordo: il poter imparare gli uni dagli
altri. Ma quella sottoscritta oggi è anche un’intesa la cui
concretezza dimostra la sua importanza nell’ottica di quello che
potrà essere il futuro dei due territori, in quanto “la Baviera –
ha detto il presidente Seehofer – è uno Stato esportatore e per
questo deve individuare una partnership portuale che sia la più
favorevole e, in questo senso, ogni altro scalo potrebbe finire
in secondo piano rispetto a quello di Trieste”.

Sempre sul tema dei trasporti la presidente Serracchiani ha
ricordato la determinazione con la quale la Regione ha lavorato
per la competitività del Porto di Trieste, “al quale anche oggi è
stato riconosciuto il suo ruolo strategico”.
ARC/GG/ppd

Powered by WPeMatico

469