FVG verso al zona arancione. Le regole chi ha il Green Pass e chi è senza

Piemonte, Friuli-Venezia Giulia, Abruzzo e Sicilia vanno verso la zona arancione, a partire da lunedì 24 gennaio, in base al monitoraggio settimanale dei dati sull’andamento dei contagi e dei ricoveri. In zona arancione chi non ha il Super Green pass non può uscire dal Comune di residenza se non per motivi di salute, lavoro o urgenza.

Le regole della zona arancione: si entra in zona arancione quando le terapie intensive superano il 20% dei posti letto, i ricoveri ordinari il 30% e poi c’è il limite dei 150 casi positivi su 100.000 abitanti. Superato anche il limite del 20% delle terapie intensive (siamo al 21,5%) e siamo a un passo dal 30% per i ricoveri ordinari per Covid: ieri la percentuale era del 29,1%. Superata anche questa soglia, tutti i parametri saranno purtroppo da zona arancione.

In zona arancione le limitazioni sono meno rigide rispetto al passato. A beneficiarne saranno le persone dotate di Super Green Pass. Chi ha questo tipo di certificazione non subirà alcun divieto, né per l’accesso agli esercizi commerciali, né per gli spostamenti tra Comuni.

Gli spostamenti all’interno del proprio Comune consentiti per tutti, quelli verso altri Comuni della stessa Regione e verso altre Regioni sono permessi solo a chi non ha il green pass solo per ragioni di necessità che vanno giustificati attraverso l’autocertificazione. Eccezione per i Comuni di massimo 5000 abitanti da cui tutti possono spostarsi verso altri Comuni entro 30km, eccetto i capoluoghi di provincia.

Bar e ristoranti aperti solo per chi ha il super green pass. Chi è senza non potrà consumare al banco neanche per bere un caffè, così come al tavolo, all’aperto o al chiuso. Negli hotel e nei bar e ristoranti al loro interno, possono accedere solo coloro in possesso di certificazione rafforzata.

Necessario super green pass per cinema, teatri, sale da concerto, locali di intrattenimento e musica dal vivo al chiuso, mostre musei, discoteche e sale da ballo.

I negozi che vendono beni o servizi alla persona sono accessibili a tutti i cittadini, così come l’accesso agli uffici pubblici per usufruire dei servizi. Centri commerciali aperti a tutti nei giorni feriali, nei giorni festivi è consentito solo a chi ha il super green pass.

Centri benessere e termali solo con green pass rafforzato all’aperto e al chiuso, (libero a tutti se ci si reca per motivi di salute). Super green pass per i parchi di divertimento, centri culturali, sociali e ricreativi, sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Nessuna limitazione per l’attività sportiva all’aperto o nei parchi. Al chiuso e nelle piscine (comprese all’aperto), serve la certificazione rafforzata. Aperta a tutti l’attività riabilitativa e terapeutica, sport di squadra e attività in centri e sportivi all’aperto. Gli sport di contatto, all’aperto e al chiuso, possono essere svolti solamente da chi ha il super green pass. La certificazione rafforzata indispensabile anche per l’attività sciistica.

Nessun vincolo col green pass base e con quello rafforzato: ci si può muovere liberamente all’interno e fuori dalla Regione. 

2.147