G7 Università e Conoscenza in Festa inaugurano giovedì 29 a Udine

conoscenza in festa

Giovedì 29 giugno inaugura a Udine, e proseguirà fino a sabato 1 luglio, la terza edizione del festival italiano dei saperi e dell’alta formazione “Conoscenza in Festa” (http://www.uniud.it/conoscenzainfesta2017), quest’anno di respiro internazionale annoverando nel programma il “G7 Università”. Tema centrale del festival e del G7, “Education for All”, la dichiarazione Unesco diventata obiettivo di tutti i Paesi del mondo che si impegnano ad attivare politiche utili a distribuire il sapere a tutti. E proprio il G7 Università, con la partecipazione della ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, darà il via alla prima giornata di eventi. Contemporaneamente, nel cuore cittadino, da mattina a sera saranno una dozzina gli appuntamenti ed eventi proposti nella prima giornata del festival.

L’apertura ufficiale di “Conoscenza in Festa” si terrà alle 18.30 nella Loggia del Lionello (piazza della Libertà). Interverranno il prorettore dell’Università di Udine, Roberto Pinton; il direttore artistico del festival, Jader Giraldi (Zeranta Endutainment srl); il presidente della Fondazione Friuli, Giuseppe Morandini; i rappresentanti di Comune di Udine e Regione Friuli Venezia Giulia. Parteciperanno i rappresentanti degli enti partner, degli enti coinvolti e degli sponsor.

Come seguire il G7 e Conoscenza in Festa

Nuova “App Uniud”. Novità assoluta della terza edizione 2017 di Conoscenza in Festa, la App “Uniud”, da oggi disponibile per Android (https://play.google.com/store/apps/details?id=it.uniud.uniud) e Ios (https://itunes.apple.com/it/app/app-uniud/id1251448659). L’applicazione permette di leggere tutte le notizie dell’e-magazine di ateneo Qui.Uniud – suddivise nelle categorie Vita di Ateneo, Ricerca e Innovazione, Studio e Lavoro, Cultura, Città – e di visualizzare tutti gli eventi quotidianamente organizzati dall’Ateneo inseriti nell’Agenda eventi Uniud, con programma e mappa del luogo in cui si svolgono. La App, messa a punto in occasione di Conoscenza in Festa, offre anche una descrizione dettagliata del programma del festival. L’applicazione sarà implementata in futuro con ulteriori servizi di Ateneo.
Web. Per consultare il calendario costantemente aggiornato del festival, la descrizione delle diverse sezioni e dei diversi appuntamenti di Conoscenza in Festa è possibile consultare online il sito dedicato all’indirizzo www.uniud.it/conoscenzainfesta2017. Conoscenza in Festa è anche su Facebook all’indirizzo www.facebook.com/conoscenzainfesta, nonché su Twitter e Instagram.
Streaming dal G7 Università. Tutti gli eventi pubblici del G7 saranno trasmessi in streaming dall’Università di Udine all’indirizzo www.uniud.it/streaming. Giovedì 29 dalle 13.30 alle 14.45 si potranno seguire i saluti di apertura del G7, tra cui l’intervento della ministra Valeria Fedeli, e la relazione di apertura dei lavori da parte di Stephen Freedman, Provost della Fordham University, membro del Board della International Association of University (Iau). Venerdì 30 saranno trasmessi in streaming tutti gli eventi della giornata conclusiva del G7, dalle 8.45 alle 13, fra cui: i saluti introduttivi con Gaetano Manfredi, presidente della Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui), e Rolf Tarrach, presidente dell’Associazione Europea Universitaria (Eua); alle 9.15 la tavola rotonda “Education fo All”; l’assegnazione alle 12.15 del Premio della Conoscenza Crui 2017 al premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai; alle 12.45 i saluti conclusivi.
I documenti del G7 Università sono disponibili sul sito della Crui https://www.crui.it/g7-university.html.

Gli appuntamenti della prima giornata

G7 Università

Alle 13.30 a palazzo Garzolini di Toppo Wassermann (via Gemona, 92) prenderanno la parola per i saluti introduttivi: il rettore dell’Università di Udine, Alberto De Toni; il presidente della Fondazione Friuli, Giuseppe Morandini; il sindaco di Udine, Furio Honsell; il presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini; la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani; la direttrice dell’Ufficio regionale Unesco per la scienza e la cultura in Europa Ana Luiza M. Thompson-Flores; la ministra Valeria Fedeli.
L’intervento di Stephen Freedman – Provost della Fordham University, membro del Board della International Association of University (Iau) – dal titolo “The international debate on Education for All in the sustainable development”, incentrato sul dibattito internazionale dell’istruzione per tutti, introdurrà i lavori del G7 Università, che proseguiranno fino alle 18.30, organizzati in quattro tavoli paralleli rispettivamente dedicati a: cittadinanza globale; istruzione e sostenibilità; università, cultura e società; università e sviluppo economico.

Education for All Experience

“Conoscenza in festa” propone “Education for All Experience”, ovvero un viaggio della conoscenza in sei tappe che offre al pubblico la possibilità di indagare sul concetto di ‘Education for All’ e prova a trasformare questo complesso tema di politica governativa, oggetto di discussione durante il G7 Università, in un percorso esperienziale per famiglie, cittadini e addetti ai lavori. Un viaggio in sei stazioni di approfondimento, esperienza e arte, in grado di spiegare, stimolare e far sperimentare il concetto di Education for All, e che si sviluppa seguendo alcune tematiche che sono oggetto della dichiarazione Unesco, come la valorizzazione delle differenze culturali, l’accessibilità all’educazione per tutte le popolazioni e i popoli più svantaggiati, ma anche temi aggiunti di recente, come l’impatto della tecnologia nell’educazione o lo studio delle nuove forme e metodi per la scuola del futuro. Le metodologie di narrazione proposte sono diverse, cosicché “Education for All Experience” si snoda attraverso installazioni visive, total room interattive, percorsi sensoriali, laboratori e future zone.

“Education for All Experience” sarà aperto al pubblico in tutte le tre giornate del festival: giovedì 29 dalle 20 alle 22, venerdì 30 dalle 16 alle 19 (tappa: “Odissea il viaggio dei sensi” > 16.30 – 19.00) e sabato 1 luglio dalle 10.30 alle 13 e dalle 16 alle 19 (tappa: “Odissea il viaggio dei sensi” > 10.30 – 12.30 e 16.30 – 19.00).

Queste le sei tappe: Minimalia (via Pelliccerie), performance artistica che esplora i fondamenti della relazione umana; Odissea, il viaggio dei sensi (Biblioteca civica ‘V. Joppi’ sez. Ragazzi, riva Bartolini 3), percorso sensoriale durante il quale il visitatore, con gli occhi bendati, avrà l’occasione di viaggiare con la propria immaginazione utilizzando gli altri sensi; Digital Innovation (palazzo Antonini, via Gemona 5), cinque stanze nobiliari in cui vivere esperienze sospese tra tradizione e innovazione; Wise Workshop for Innovative School (corte di palazzo Florio, via Palladio 8), dentro un’opera di architettura sostenibile verrà presentato il progetto dell’architetto Mario Cucinella WISE, progetto di scuola innovativa del futuro; Fior del Nulla (ex Mercato del pesce, via Paolo Sarpi angolo via Erasmo Valvason), installazione multimediale per riflettere sul concetto ‘All is Education’; Saperi migranti, Via della Narrazione (via Cavour), via storica del festival, crocevia di storie e riflessioni sulle narrazioni migranti.

Botteghe del sapere

A partire dal mattino, sette esercizi commerciali del centro storico cittadino ospiteranno dieci Botteghe del Sapere, trasformandosi in luoghi di ascolto e apprendimento, in cui i docenti dell’Ateneo di Udine racconteranno esperienze di ricerca e didattiche innovative, offrendo così opportunità di confronto e contaminazione di conoscenza. Questi i temi: “Il sistema portuale di Roma antica” alle 10 nella Libreria Friuli in via dei Rizzani 1; “Si può vivere senza cuore?” alle 10.30 nella Farmacia Colutta in piazza Garibaldi 1. Nella ex Chiesa di S. Francesco, in via Beato Odorico da Pordenone 1, alle 11 “Sulle orme di Ipazia”, alle 12 “Infinito più uno. Cosa hanno in comune Buzz Lightyear, il matematico Cantor e Beyoncé?”. Nella Legatoria Moderna in via Zanon 16/a (o in caso di pioggia nella chieda di S. Francesco) alle 16 “Alla ricerca delle nostre parole”; alle 17.30 “La sfida della sicurezza dalla Internet delle persone alla Internet delle cose”. Ancora, “Percorsi di letteratura russa contemporanea” alle 12 a La Casa degli Spiriti di via dei Torriani 15; “Instrumentare il pianeta. Luci e ombre dell’Internet delle cose” alle 16.30 da Kartell in largo dei Pecile 11; “Oltre le tapas, la corrida e Álvaro Soler: riscopriamo assieme la cultura ispanica” alle 17 nella Libreria Friuli in via Rizzani 1; “Auto ad alimentazione alternativa: a che punto siamo?” alle 18 da Tonello Casa in via Giovanni Cosattini 34.

Loggia dell’Innovazione

La “Loggia dell’Innovazione”, ovvero la Loggia del Lionello in piazza Libertà, ospiterà durante il festival testimonianze dal mondo della scienza e del sapere, momenti di riflessione, e uno degli eventi istituzionali dell’Università di Udine. Apre la serie l’architetto di fama internazionale Mario Cucinella che, dalle 19 alle 20, parlerà de “Gli spazi della conoscenza. Cogenerare e disegnare forme condivise attraverso decine di hachaton realizzati con migliaia di studenti per progettare gli spazi della conoscenza per la scuola del futuro”.
Mario Cucinella è considerato tra i più importanti progettisti oggi attivi in Europa con in curriculum una lunga serie di progetti premiati, nazionali e internazionali. L’opera di Cucinella non è solo apprezzata per l’eccellenza architettonica, ma anche per gli aspetti legati alla sostenibilità – concetto di cui è in assoluto il pioniere – con l’adozione di pratiche sostenibili applicate dalla singola residenza fino ai piani regolatori urbani. L’impatto e il significato del lavoro – sia sociale che ambientale – raggiunti nel suo ruolo di architetto, educatore e professionista sono riconosciuti in tutto il mondo. N2016 il Royal Institute of British Architects (RIBA) gli ha conferito il prestigioso premio International Fellowship.

Concerto di apertura del festival

A seguire, dalle 20 alle 21, in piazza Matteotti si terrà il Concerto di apertura del festival, con l’Insieme di saxofoni del Conservatorio ‘JacopoTomadini’ di Udine e il Coro dell’Università di Udine, direttore il maestro Fabrizio Paoletti. Il programma prevede: G. F. Haendel, “L’arrivo della regina di Sheba”, dall’oratorio Salomon (adatt. Fabrizio Paoletti); G. Rossini, “La Gazza Ladra”; P. Alessandrini, “Blues for brass”; A. Piazzolla, “Liberatango” (adatt. Fabrizio Paoletti).
Sax soprani Mattia Tomat, Andrea Bassi, Roberto Rossetti; sax alti Shved Tsimur, Florin Pita, Christian Soranzio, Jacopo Greguoldo, Alessandro Angelin, Pier Paolo De Giorgi, Nicolò Cortesia; sax tenori Elias Faccio, Davide Bandirali, Federica Agostini, sax baritoni: Francesco Facca, Mia Fiorencis.
Il Concerto di apertura rientra nella sezione del festival “Alt(r)e formazioni” che comprende eventi fra musica e teatro realizzati con il Conservatorio di Musica “J. Tomadini” e la Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe”. Insieme all’Università di Udine, le due istituzioni forniscono un prezioso contributo all’alta formazione in città, ampliando uno spazio di saperi che, oltre i corsi di laurea dell’Ateneo, riesce a inglobare anche il mondo della musica e del teatro.
L’Insieme di sax del Conservatorio di Udine è formato da tutti gli allievi appartenenti alla classe di saxofono del maestro Paoletti, dal primo anno agli studenti dei corsi più avanzati. Una sorta di bottega-laboratorio della musica, dove ognuno può mettere a disposizione di tutti il meglio di quanto possiede, e, allo stesso tempo, acquisire qualità e competenze grazie dell’esperienza di chi si trova a un livello più avanzato. Alla partecipazione a numerosi concerti e manifestazioni in regione e in Italia, si aggiungono le tournèe all’estero, al Festival Euromusic 2013 di Vienne (Francia) e Esslinger (Germania).

Il festival “Conoscenza in Festa” è realizzato dall’Università di Udine, con la direzione artistica di Zeranta Edutainment, in collaborazione con la Conferenza dei rettori delle università Italiane (Crui), con il sostegno e la partecipazione progettuale del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur), della Fondazione Friuli, della Regione Friuli Venezia Giulia. Patrocina l’iniziativa il Comune di Udine e vi partecipa Confcommercio Udine, con Udine Idea e Villaggio dei Pecile, e Confartigianato Fvg.

1.426