Bearzi

Gemona: Cornacchione “L’ho fatto per il mio paese” – 31 mar 2015

BAGNACAVALLO: FOTO DI SCENA- L'HO FATTO PER IL MIO PAESE, VASINI .CORNACCHIONEDalle atmosfere “gialle” di Trappola mortale alla comicità “nera” di L’ho fatto per il mio Paese. La stagione di prosa di Gemona, promossa da ERT e Comune, giunge al termine con uno spettacolo che arriva nella pedemontana friulana in esclusiva per il circuito regionale. Diretti da Daniele Sala, martedì 31 marzo alle ore 21 sul palco del Teatro Sociale saliranno Lucia Vasini e Antonio Cornacchione per mettere in scena un testo firmato da due ricercate penne della comicità italiana, Francesco Freyrie e Andrea Zalone.

Ne L’ho fatto per il mio Paese Antonio Cornacchione è un uomo candido e incasinato, un Don Chisciotte sempre comicamente in lotta con gli spigoli della vita, senza soldi e con in tasca la lettera di fine rapporto di lavoro. Lucia Vasini è un Ministro della Repubblica, stimata docente universitaria, sposata con un ricco finanziere, che vive in case raffinate secondo valori solidi e che è scesa in politica solo per fare un favore al suo Paese. Lui è disperato e compie un gesto altrettanto folle: rapisce il ministro che ha deciso il provvedimento che lo ha portato a perdere il lavoro. Lo fa per sé, per la sua pensione, ma soprattutto per il suo Paese. Dallo scontro di due mondi così diversi scaturiscono esplosioni di comicità ma anche momenti di riflessione.

Lucia Vasini fin da giovanissima ha una formazione teatrale; diplomatasi alla Paolo Grassi di Milano, ha lavorato con Dario Fo per Histoire du soldat prima di formare un sodalizio artistico con Paolo Rossi. Ha recitato, tra gli altri, per Gianpiero Solari, Andreè Ruth Shammah e Cesare Lievi. Celebri furono le quattro stagioni di repliche de I monologhi della vagina di Eve Ensler che la videro sul palco con Lella Costa e Agnese Nano; sul piccolo schermo è stata ospite fissa a Glob di Enrico Bertolino e a Colorado.
Antonio Cornacchione ha iniziato la sua carriera come sceneggiatore di fumetti, ma ben presto è approdato al cabaret. La svolta è arrivata nel 1991 quando si è esibito allo Zelig. Successivamente ha partecipato al Maurizio Costanzo Show, a Su la testa (1992), programma tv condotto da Paolo Rossi su Rai3, e a Cielito Lindo (1994) sempre su Rai3 con Claudio Bisio. Cornacchione nel tempo ha raffinato i suoi monologhi, accedendo ai teatri importanti ed entrando stabilmente a far parte della squadra di Paolo Rossi, che ha portato in giro per l’Italia il fortunatissimo spettacolo Il circo di Paolo Rossi. Nel frattempo è arrivata anche la tv con Zelig Off e Che tempo che fa: è la consacrazione definitiva, grazie all’intuizione del personaggio/tormentone Povero Silvio.

Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it e chiamando il Punto IAT di Gemona (0432 981441).

facebook
762