Bearzi

Giochi di carte e tecnologia: il gioco della scopa fra tradizione e siti online


Foto Aditya Chinchure

Briscola, Tressette e scopa, sono questi i giochi di carte più diffusi in Italia, dalla lunga tradizione e che ritrovano oggi una nuova fortuna grazie alle versioni online di questi popolari giochi di abilità.

Il gioco della Scopa è forse uno dei più conosciuti ed antichi: pare infatti che le sue origini si possano far risalire al 17esimo secolo, tanto che già nella Napoli del 1800 era tra i più amati dal popolo.

Popolare in Italia, sulla sua provenienza non abbiamo certezze, secondo alcune fonti sarebbe nato proprio nella città partenopea, mentre in altre tradizioni la sua origine sarebbe spagnola, una corruzione di un antico gioco di carte chiamato appunto Escoba e diffuso grazie alla dominazione spagnola e ai frequenti rapporti commerciali tra Napoli e la penisola iberica.

 Un aneddoto molto gustoso racconta inoltre che proprio l’innocuo gioco della scopa sarebbe stato utilizzato dai pirati e dai marinai per mettere in palio la refurtiva e le merci sottratte proprio ai carichi mercantili che arrivavano in porto.

 L’assonanza è evidente nel nome e anche nelle regole, molto simili, anche se troviamo sempre suggestiva l’idea che racconta come il gioco derivi il suo nome dalla mossa che lascia appunto il tavolo pulito da tutte le carte.

Reso ancora più famoso dal presidente della repubblica Sandro Pertini, immortalato in un celebre scatto durante una partita a carte con la nazionale italiana di calcio, esistono molteplici varianti della Scopa, come lo scopone scientifico e la Scopa Bugiarda, arricchita da un raffinato meccanismo di bluff.

Passatempo semplice e divertente, adatto alle serate in famiglia e con gli amici, ora trova una sua naturale evoluzione nel gioco della scopa online, che permette di mettersi alla prova con le carte anche di fronte a uno schermo.

Chi di noi non ci ha giocato durante le vacanze estive o le riunioni famigliari? Bastano infatti un mazzo di carte, napoletane o milanesi a seconda delle preferenze e da due a sei giocatori per mettere in piedi un torneo con i fiocchi, anche a coppie.

Le regole del gioco sono semplici, sia davanti a un tavolo che nella versione della scopa online: ai giocatori vengono assegnate tre carte a testa, mentre sul tavolo ne rimangono quattro, scoperte.

Ogni giocatore cala una carta, procedendo in senso antiorario e nel caso questa abbia lo stesso valore di una o più carte sul tavolo, queste vengono vinte dal giocatore che ha calato la carta. In caso contrario va invece ad aggiungersi a quelle presenti.

Le carte vengono poi ridistribuite a tre a tre quando si esaurisce ogni mano di giocata.

Nel caso in cui con la nostra carta giocata si riesca a raccogliere tutte le carte del banco abbiamo totalizzato una scopa, che andremo a segnare nel nostro punteggio. Ma non di sola scopa si vincono le partite! Altri punti importanti vengono infatti totalizzati raccogliendo il maggior numero di carte in generale o anche di denari, con un occhio di riguardo per il sette, il tre e il re di denari. Importante anche l’assegnazione dei punti legati alla Primiera, calcolata sulla distribuzione dei semi nelle carte che si sono raccolte durante la partita.

Che giochiate con gli amici o online, esistono alcuni trucchi per condurre al meglio una partita a scopa: dovrete ovviamente cercare di impedire agli avversari di fare scopa, cosa che vi riuscirà più semplice calando carte dal valore alto, più complesse da raccogliere.

facebook
940