* * OFFERTE BLACK FRIDAY * * Guarda la nostra lista dei desideri * * * * * *

Gioco fisico, anche ottobre mese in “rosso”. Tutti i dati aggiornati

Un mese di ottobre sulla falsariga dei precedenti per il settore degli apparecchi da gioco, seppur per la prima volta si comincino a vedere seriamente segnali di ripartenza, in verità più per le slot machine che per le VLT.

Influisce, sui dati, anche l’effetto green pass, obbligatorio sul game retail e in tutte le sale da gioco che nonostante tutto continuano ad essere le più penalizzate di questo lento ma progressivo ritorno alla normalità della società dei consumi: “Gli effetti della pandemia si faranno ancora sentire per lungo tempo, sicuramente per buona parte del 2022” – commentano certi gli esperti di Casino Sicuro.

A soffrire sono anzitutto le Amusement With Prize, le AWP, da sempre punto di riferimento per i giocatori. Il segno meno è garantito così anche ad ottobre, per tutte le tipologie di macchine da gioco.

I dati di settore più recenti parlano di una crisi senza precedenti per i concessionari italiani: si parla del -24% rispetto all’ottobre del 2019, l’ultimo di un autunno senza pandemia. Il recupero, rispetto al 2020, è invece del 15%. Il lockdown ha lasciato indietro le VLT che, nonostante la ripartenza, restano al -36% di raccolta in meno.

Unico segno positivo – commentano ancora da Casino Sicuro – è il +15% rispetto a settembre dell’anno attualmente in corso”. Situazione chiara che resta preoccupante, soprattutto da un punto di vista fiscale. Il rialzo, seppur temporaneo, fa ben sperare per il futuro: il tutto resta condizionato alla vaccinazione, che continua spedita anche con la terza dose. Ma a condizionare il tutto, per il settore gioco, resta l’obbligo categorico di Green Pass. Parte della popolazione ha difatti smesso di accedere ai locali di intrattenimento e la situazione rischia di peggiorare con l’entrata in vigore del Super Green Pass.

Resta inalterato il numero di dispositivi da gioco attivi in generale: le AWP per esempio sono le stesse del mese precedente, continuando a viaggiare al -4% rispetto alla distribuzione del periodo pre-Covid e circa al 2,5% in meno rispetto allo stesso periodo considerato nel 2020. Male il dato per le VLT, che vivono una crescita misera, pari all’1,5% rispetto a settembre ma ben lontani dagli standard, pure ottimi, del pre-pandemia. In termini di circolazione dei terminali, ai tempi, si era al 14%. Come cambia il mondo…

206