Giornata del Ricordo: a Udine striscioni contro “l’odio comunista” davanti alle scuole

IMG-20150210-WA0001 10 feb 2015 – Nella serata precedente alla “Giornata del Ricordo”, istituita per il 10 febbraio in onore dei martiri istriano-dalmati, infoibati dai comunisti titini a partire dal 1943, gli studenti aderenti alla formazione di Lotta Studentesca, branca giovanile del partito nazionalista Forza Nuova, hanno affisso degli striscioni in tutte le scuole di Udine riportanti la scritta” 10 FEBBRAIO-prof cosa sono le foibe? mai più odio comunista” con tanto di falce e martello sbarrata con il simbolo del divieto. A rivendicare il gesto è il responsabile Antonio Froncillo:” Quest’anno abbiamo voluto indurre i ragazzi a domandare ai propri professori cosa siano le foibe. Molti non lo sanno. La Giornata del Ricordo per i crimini dei comunisti titini non ha ancora la stessa risonanza dell’olocausto, ecco perchè ci battiamo per far conoscere a tutti le sofferenze che il nostro popolo dell’estremo est d’Italia ha subito per mano del comunismo”. “Accanto agli striscioni”, conclude Froncillo,”abbiamo affisso dei manifesti su cui si è inteso porre l’accento sul patriottismo di chi, piuttosto di sottomettersi all’invasore jugoslavo, scelse di abbandonare l’Istria e la Dalmazia per sempre. Ecco perchè su quei manifesti abbiamo riportato la frase di Indro Montanelli ” Onore a chi fu italiano due volte: la prima per nascita, la seconda per scelta”.

Nell’auspicio che anche il primo cittadino Furio Honsell abbia la decenza di ricordare degnamente i martiri italiani, sapendo finalmente andare oltre i suoi risaputi steccati ideologici, Forza Nuova e Lotta Studentesca invitano tutti gli studenti ad informarsi riguardo a questa vicenda dimenticata.
1.612