Bearzi

Giornata Fai di Primavera: 500.000 persone per visitare 700 beni

Grande successo per la 21/a edizione della Giornata Fai di Primavera: 500 mila gli italiani in coda in tutte le città per visitare i 700 beni aperti in tutta Italia, nonostante le avverse condizioni meteo, in particolare nel Nord Italia. Una festa di piazza resa possibile grazie al supporto di oltre 7.000 volontari e 21.000 ‘apprendisti Ciceroni’. Record di visitatori – segnala il Fondo Ambiente Italiano – in Lombardia dove 90.000 persone hanno visitato i 130 beni aperti. In tutta Italia i beni più visti sono stati il Deposito delle locomotive e Officine F.S a Milano con 10.000 visitatori e altre 10.000 persone si sono messe in coda per la visita ai sotterranei del Baluardo di San Colombano per scoprire i segreti delle Mura di Lucca; oltre 8.000 persone a Bari hanno visitato per la prima volta Palazzo Barone Ferrara e a Cagliari 8.000 persone hanno ammirato i giardini delle Ville Devoto e Mazzella. Grande successo anche per la splendida Villa La Quiete a Firenze con oltre 7.000 presenze, mentre 5.000 persone hanno ammirato i mosaici di Sant’Aloe a Vibo Valentia. Grande affluenza anche in Sicilia e Toscana e successo per l’itinerario alla scoperta di Isola del Liri (FR) al quale hanno partecipato 8.000 persone. Il Fai giudica ottimo anche il risultato dell’iniziativa ‘Arte: un ponte tra culture’ che, in oltre 80 comuni italiani, ha permesso a migliaia di cittadini stranieri di assistere a visite guidate in numerose lingue, fra cui inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, arabo, ucraino, filippino, russo, rumeno, slovacco, albanese, macedone, urdu, bangla, hindi e pulijabi. Il Fai ringrazia Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta, ANGT Associazione Nazionale Guide Turistiche, le istituzioni pubbliche e private, i privati cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 116 Delegazioni, ai 42 Gruppi Fai, ai 44 Gruppi Fai Giovani e ai 7.000 volontari che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione hanno reso possibile l’evento.

facebook

Lascia un commento

374