Bearzi

stopAids

Il Commissario del Comitato Provinciale di Udine della Croce Rossa Italiana, dott. Michele Coiutti, rinnova anche quest’anno l’appuntamento con i Pionieri del Gruppo di Udine in occasione del primo dicembre, giornata mondiale per la lotta all’AIDS/HIV. I Giovani della Croce Rossa sono impegnati da anni a livello internazionale nella campagna di educazione alla sessualità e alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse (MST) “Impara l’A.B.C. – Abstinence, Be faithful, Condom” . La campagna – ricorda il l’Ispettore del Gruppo di Udine pion. Daniele
Baron – ha come scopo quello di sensibilizzare la popolazione, ed in particolare i giovani, all’adozione di abitudini di vita sessuale salutari e sicure, provvedere a fornire una forte informazione su HIV/AIDS e altre malattie sessualmente trasmesse e sui rischi di trasmissione e mirare ad eliminare lo stigma, i pregiudizi e gli stereotipi circa le persone che vivono con l’HIV. La novità dell’evento – continua l’Ispettore Baron – sarà la collaborazione con l’associazione studentesca universitaria IRIS, impegnata nell’abbattere le barriere razziali ed i pregiudizi per la completa equiparazione sociale e legale di tutti gli individui, indipendentemente dall’orientamento sessuale e dalla propria identità di genere.
I passanti di Via Cavour, dalle 14 alle 17, avranno quindi la possibilità di seguire un percorso interattivo per apprendere quanto conoscono il problema e approfondirne aspetti poco conosciuti, ma sempre più diffusi. Le attività riguarderanno i quattro pilastri della campagna ovvero l’Astinenza, il rapporto Fedele di Coppia, l’uso del Preservativo ed infine la malattia. Inoltre l’Associazione IRIS distribuirà volantini informativi sulla patologia redatti in collaborazione con personale dell’ASL, assieme a preservativi maschili e condoms femminili, ancora poco conosciuti in Italia.
Il tutto è stato patrocinato dall’agenzia Giovani del Comune di Udine ed è inserito nel progetto bando di idee.
Ma non si tratta di un evento solo locale – termina l’Ispettore Baron: i Giovani della Croce Rossa di Udine hanno infatti seguito un percorso formativo a livello regionale, assieme ai comitati di Latisana, Trieste, Gorizia e Pordenone, coordinati dal delegato tecnico regionale per l’area salute Salvatore Nizza. A Udine in particolare il commissario provinciale Michele Coiutti ha appoggiato attivamente la realizzazione di questo progetto, facendolo rientrare nella politica della sua nuova gestione, avviata ad aprile 2010.

facebook

Lascia un commento

921