Giovani: Panariti, liceo sportivo Bachmann forma atleti studenti

Udine, 24 nov – “Il liceo sportivo Bachmann, che la Regione
sostiene con 290mila euro l’anno, è un luogo dove i ragazzi fanno
sport di alta qualità: sono atleti di qualità, ma studiano allo
stesso modo con profitto”.

Lo ha evidenziato l’assessore regionale all’Istruzione, Loredana
Panariti, nel portare il saluto introduttivo al convegno
“Formazione e sport. La gestione del giovane atleta di alto
profilo”, svoltosi a Udine, nell’auditorium del palazzo
dell’Amministrazione.

“È importante – ha aggiunto – che ai giovani che fanno
un’attività sportiva a livello agonistico venga data la
possibilità di continuare nella loro attività, di portare avanti
i loro desideri e i loro sogni, ma anche di avere una formazione
adeguata”.

“Quindi è importante – ha concluso – oggi e anche in futuro che
si discuta su come mettere insieme una formazione sportiva di
qualità e un’attività sportiva di qualità, e si possa continuare
quindi a seguire questi giovani talenti che studiano nel Friuli
Venezia Giulia”.

Il liceo per gli sport invernali Bachmann di Tarvisio ha attivato
nel 2000 il Progetto per gli sport invernali rivolto agli atleti
di tutte le specialità della neve e del ghiaccio, che in uscita
dalla scuola secondaria di primo grado, intendono proseguire gli
studi nella scuola statale e conseguire il diploma di maturità
scientifica”.

E, com’è stato ricordato nel corso del convegno, moderato da
Claudio Bardini, coordinatore di scienze motorie, non vogliano
dover scegliere tra la scuola e lo sport di alto livello.

Sull’impegno dei giovani agonisti impegnati negli sport
invernali, si è poi soffermato Bruno Anzile, per vent’anni
preparatore olimpico, allenatore della nazionale Fidal e
preparatore fisico della Fisi, da anni impegnato al liceo
Bachmann: gli atleti dello sci della categoria Giovani, sono in
gara per una media tra le cinquanta e le sessanta manifestazioni
l’anno, e le loro gare sono distribuite nell’arco dei soli mesi
dedicati allo sport bianco.

In pratica, essi debbono partecipare in media a dieci gare al
mese, sostenendo trasferte in una stagione invernale che vanno
dagli 11 mila ai 12 mila chilometri.

Si tratta di un impegno faticoso, che li distoglie fisicamente
dalla concentrazione necessaria a scuola.

Il Bachmann ha adattato i programmi scolastici a queste esigenze,
divenendo liceo scientifico sportivo riconosciuto dal Ministero
nel 2014, ed è uno dei quattro licei sportivi del Friuli Venezia
Giulia.
ARC/CM

Powered by WPeMatico

822