balletexangelivacante.jpgè in corso la prevendita del gala (G)iovani (S)olisti (U)dinesi”, in scena al Teatro “Giovanni da Udine” il 5 giugno p.v. alle ore 20.45, quale apertura della 45^ edizione della “Festa della danza”, la tradizionale kermesse tersicorea cittadina.Lo spettacolo iniziale, curato dall’Associazione Danza e Balletto, è una vetrina di nuove proposte e creazioni in residenza realizzate da danzatori e coreografi del territorio e del panorama estero. Nata per promuovere il talento friulano e il confronto professionale, l’iniziativa ha in programma le creazioni degli atelier Adeb (Gruppo Stabile Udinese, e-planet e enidUDanza), insieme all’esibizione di professionisti ospiti: friulani di stanza presso strutture internazionali e artisti stranieri pronti a dare un saggio di abilità tecniche e compositive in linea con i linguaggi d’avanguardia.

La presenza di danzatori e coreografi provenienti dalla Germania, dall’Austria, dalla Cina e dall’Olanda fa parte del progetto artistico dell’Associazione Danza e Balletto che prevede scambi, stage e residenze coreografiche per tutto il 2009. Presenti all’appuntamento di questa edizione sono: l’udinese Simone Vacante (Accademia “Heinz Bosl Stiftung” di Monaco), il pordenonese Massimo Gerardi (direttore Compagnia Moving-Theatre.de Germania), Danilo Colonna (già Compagnia Introdans – Olanda), Boris Nebyla (già primo ballerino WienerStaatsopernBallett), Viola Mariner, Oliver Jahelk (Dancearts – Wien), Yang Xie (Accademia di Danza di Pechino), Elena Posocco (Danzaoltre – Belluno). Lo spettacolo, è allestito in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e ha il sostegno della Fondazione CRUP e il patrocinio della Provincia di Udine. Durante il festival, l’Associazione Danza e Balletto promuove un corso di perfezionamento aperto a giovani danzatori friulani presso la sede sociale di Udine, in Via Baldasseria Bassa 231:

dal 3 al 4 giugno, tecnica classica con Boris Nebyla (Wien); il 4 giugno, tecnica modern-jazz con Simone Vacante; dal 15 al 19 giugno, tecnica classica e repertorio con Stefania Sandrin (già Opéra de Bordeaux), e tecnica modern-jazz con Cinzia Pittia. (info al n. 0432\601518).

La “Festa della Danza” si conclude con i saggi–spettacolo della scuola di danza “Ceron”: l’8 giugno alle 20.45 con una serata dai toni più maturi e tecnici e il 9 giugno, alla stessa ora, con uno spettacolo rivolto ai più piccoli attraverso un percorso fiabesco.

Foto : Viola Mariner, Oliver Jahelk (Dancearts – Wien diretto da Simona Noja e Boris Nebyla

balletexangelivacante.jpg

violaoliver.jpg

facebook
1.195