telegram

Giovani

Come pensate di coinvolgere i giovani nei processi decisionali, almeno in termini di contributi di idee?

BATTILANA: Penso sia una buona idea sia per la posizione logistica sia per la possibilità di far “allegria” senza danneggiare nessuno. Potrebbe divenire un bel centro di aggregazione giovanile con ampi spazi .

 

CAINERO: Sicuramente saranno sempre ascoltati, ma attraverso strutture istituzionalmente riconosciute. Il loro contributo sarà determinante perché con le loro idee possono essere un fattore di grande sviluppo e di rilancio per Udine.

 

DI GIORGIO: Il coinvolgimento sarà garantito, ma dopo aver rilasciato idee, decise le modalità di applicazione si dovranno sporcare anche le mani lavorando per concretizzarle senza secondi fini.

 

GALIOTO: Le occasioni e gli strumenti comunali esistono da tempo compreso lo sportello informagiovani e le commissioni competenti, purtroppo poco pubblicizzate e/o gestite dai soliti noti.

 

HONSELL: “La mia lista ha un’età media di 46 anni; il più giovane ha vent’anni. Io ne ho 49. L’ho già detto, porte aperte a chi porta contributi di idee”.

 

ORTIS: Abbiamo ben 5 canditati al di sotto dei 24 anni. La partecipazione giovanile deve diventare la regola, senza “tutele” del tipo di “quote giovani”.

 

SALME’: I giovani maggiorenni possono votare, candidarsi e farsi eleggere, lo facciano.

 

VOLPE PASINI: Gli strumenti ci sono e li potenzierò andando io nei luoghi dove i giovani si riuniscono, speriamo che i “giovani” siano pronti a dare il loro contributo e che non ci troviamo di fronte sempre e solo le stesse persone.

LEGGI LA PROSSIMA DOMANDA

390