Giovedì 23 Luglio 2020 – 244ª Seduta pubblica : Comunicato di seduta

Seduta
Ora inizio: 15:01

La seduta è dedicata allo svolgimento di interrogazioni a risposta immediata con i Ministri degli affari esteri, delle infrastrutture e dell’innovazione tecnologica.

Il Ministro degli affari esteri Di Maio ha risposto all’interrogazione 3-01819, illustrata dal sen. Ruotolo (Misto-LeU) sulle circostanze della morte del connazionale Mario Carmine Panciolla in Colombia, il cooperante assegnato alla missione di monitoraggio dell’accordo di pace tra FARC e Governo colombiano: il Ministro ha assicurato il massimo impegno per far luce sull’accaduto; l’ambasciata italiana a Bogotá è in contatto con la famiglia e con le autorità colombiane che hanno nominato un magistrato speciale per seguire il caso; domani la salma del cooperante tornerà in patria. L’interrogante si è dichiarato soddisfatto. Il Ministro Di Maio ha risposto all’interrogazione 3-01805, illustrata dal sen. Ferrara (M5S), sui seguiti del caso di Mario Carmine Panciolla: il Ministro, che intende incontrare a breve la famiglia di Mario Panciolla, è in attesa dei risultati dell’autopsia e ha garantito massimo impegno e tempestività rispetto alle tre linee di inchiesta, quella colombiana, quella delle Nazioni Unite e quella italiana. L’interrogante si è dichiarato pienamente soddisfatto.

Il Ministro delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli ha risposto all’interrogazione 3-01814, illustrata dal sen. La Russa (FdI), sulla situazione della viabilità stradale e autostradale della Liguria: il Ministro ha riconosciuto i disagi conseguenti alle ispezioni delle gallerie e alle riparazioni per garantire la sicurezza; il 7 luglio sono state impartire direttive per superare le criticità ed entro il 28 luglio saranno ripristinate condizioni normali di viabilità. L’interrogante ha espresso sconcerto per il rimpallo di responsabilità tra Ministero e società Autostrade. Il Ministro De Micheli ha risposto all’interrogazione 3-01813, illustrata dal sen. Grimani (IV), sulla riduzione delle tariffe autostradali: le misure di contenimento del Covid hanno allungato i tempi di valutazione dei piani economici; in ogni caso per il 2020 non ci sarà un incremento tariffario. Il Ministro delle infrastrutture ha poi risposto all’interrogazione 3-01811, illustrata dal sen. Malan (FI) sulle gare per le concessioni autostradali e il subentro nel capitale di Autostrade per l’Italia: la decisione del Consiglio dei ministri di avviare una transizione, anziché una revoca (che non avrebbe consentito investimenti, continuità occupazionale, manutenzione della sicurezza), implica una continuità del rapporto di concessione. L’intervento azionario di Cassa e depositi non implica una statalizzazione, sarà ridefinito l’assetto societario e nuove risorse saranno reperite sul mercato. L’interrogante ha dichiarato di non essere rassicurato: l’intervento di Cassa depositi e prestiti può essere molto costoso. Il Ministro De Micheli ha risposto all’interrogazione 3-01815, illustrata dal sen. Campari (L-SP) sul nuovo assetto societario di Autostrade per l’Italia Spa: l’azionista Atlantia si è reso disponibile all’aumento di capitale di Cassa depositi e prestiti e non vi è stato passaggio diretto di denaro; dopo l’ingresso di nuovi investitori ci sarà il passaggio in borsa. Le condizioni per il ripristino di un rapporto fiduciario con il concessionario prevedono 4 miliardi di risarcimenti, 14 miliardi di investimenti, potenziamento dei controlli e delle verifiche. L’interrogante si è dichiarato insoddisfatto: il Ministro non ha detto quanto vale Aspi, l’impressione è che l’operazione statalizzi le perdite e privatizzi gli utili.

Il Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano ha risposto all’interrogazione 3-01812, illustrata dalla sen. Boldrini (PD), sulla diffusione e l’efficacia dell’applicazione “Immuni”: l’applicazione è stata istallata da 4 milioni di italiani (il 12 per cento della popolazione), finora sono state allertate 23 persone e inviate 46 notifiche a soggetti positivi. Il problema non è valutare una soglia minima: anche con un utilizzo inferiore al 60 per cento, l’applicazione – che è solo una delle misure di lotta al virus – dà un contributo alla riduzione dei casi e dei decessi.

La Presidenza ha comunicato che martedì 28 luglio alle ore 16.30 il Presidente del Consiglio renderà comunicazioni sulle ulteriori iniziative per l’emergenza Covid-19.

Powered by WPeMatico

163