Bearzi

Giro d’Italia: Fedriga, per Fvg ciclismo è simbolo lotta al Covid

S. Daniele del Friuli, 20 ott – “Più che mai in questo momento c’è un forte legame tra il Giro e la nostra regione. Quando un ciclista deve affrontare la fatica di una scalata si alza sui pedali, stringe i denti e punta al traguardo. Così è anche per noi: di fronte all’emergenza in cui ci troviamo, la nostra comunità regionale si fa forza e affronta a testa alta questa difficoltà per superare il difficile traguardo che ha di fronte”. Lo ha detto il governatore della Regione Massimiliano Fedriga a margine della cerimonia di premiazione degli atleti al traguardo di San Daniele del Friuli della 16esima tappa del Giro d’Italia. Alla presenza del sindaco Pietro Valent, del patron della corsa rosa Mauro Vegni, del presidente del Consiglio regionale Piermauro Zanin e degli assessori regionali allo Sport Tiziana Gibelli, alle Autonomie Locali Pierpaolo Roberti e alle Finanze Barbara Zilli, Fedriga ha premiato sul podio la maglia rosa Joao Almeida. All’assessore Gibelli invece è stato affidato il compito di consegnare la maglia azzurra al leader che ha conquistato più punti scollinando le cime del Giro, l’italiano Giovanni Visconti. Il governatore ha posto in evidenza il successo organizzativo delle due tappe che hanno dato una visibilità internazionale al Friuli Venezia Giulia. “Nonostante il Covid abbia reso tutto più difficile – ha detto Fedriga – non posso non evidenziare la perfetta riuscita di queste giornate di ciclismo mondiale nel nostro territorio. Un plauso va rivolto ad Enzo Cainero che, con il sostegno della Regione, è riuscito a portare il Giro nella casa di uno dei simboli dell’orgoglio nazionale, ovvero la base di Rivolto, sede delle Frecce tricolori. Questa è stata una scommessa nella scommessa poiché, a causa del Covid, il percorso sembrava tutto in salita. Invece da bravi scalatori siamo riusciti a completare quello che era un disegno programmato molto tempo addietro. L’affetto del pubblico sia lungo le strade della corsa che ai traguardi di Piancavallo e San Daniele testimoniano ancora una volta il forte legame esistente tra la gara e il Friuli Venezia Giulia”. Dal canto suo l’assessore regionale allo Sport Tiziana Gibelli ha sottolineato il fatto che queste manifestazioni riescono a mettere in evidenza quanto di meglio sa esprimere la regione. “Non c’è dubbio – ha detto Gibelli – che i grandi eventi sportivi siano di casa in Friuli Venezia Giulia grazie anche alla professionalità di chi è impegnato nell’organizzazione delle manifestazioni. Le due tappe sono state una grande festa di popolo e sono contenta della risposta di pubblico che c’è stata in entrambe le frazioni. L’arrivo a San Daniele – ha concluso Gibelli – ha permesso di dare lustro a quanto di meglio sa offrire la nostra Regione: qui ha sede la biblioteca Guarneriana, una delle dieci più antiche d’Europa ed è la terra del prosciutto crudo, uno dei brand che caratterizza il Friuli Venezia Giulia in Italia e nel mondo”. ARC/AL/ma

Powered by WPeMatico

facebook
225