Bearzi

Giustizia: Regione sigla intesa con la Corte d’Appello di Trieste

Trieste, 24 ago – Intensificare la collaborazione tra la
Regione Friuli Venezia Giulia e gli uffici giudiziari della Corte
d’Appello di Trieste sviluppando attività di reciproco interesse
con l’obiettivo di garantire a cittadini e imprese servizi sempre
più efficaci ed efficienti, condizione indispensabile non solo
per la civile convivenza di una comunità, ma anche per la
crescita e lo sviluppo economico e sociale del territorio.

È l’obiettivo del protocollo d’intesa in materia di sviluppo e
potenziamento del sistema giustizia che il governatore del Friuli
Venezia Giulia ha siglato questa mattina con la Corte d’Appello
di Trieste, estendendo e rafforzando i rapporti già da tempo
avviati anche con altre realtà giudiziarie del territorio che
hanno consentito di raggiungere concreti risultati operativi e
funzionali.

L’intesa è finalizzata a migliorare l’organizzazione
amministrativa e contabile degli uffici giudiziari del distretto
di Corte d’Appello prevedendo intese e iniziative comuni,
disciplinando i rapporti di reciproco sostegno e cooperazione e
riservando un’attenzione particolare all’esercizio della
giurisdizione nel settore relativo ai minori, alla formazione e
all’aggiornamento del personale e alle difficoltà di volta in
volta espresse dalle peculiari realtà del territorio.

In tema di risorse umane la Regione, come normato con la recente
legge di assestamento del bilancio, metterà a disposizione degli
uffici giudiziari proprio personale di ruolo con profilo
professionale amministrativo, economico e tecnico, sopperendo
così alle esigenze manifestate dal sistema giudiziario e
supportando in particolare il lavoro della sezione specializzata
in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera
circolazione dei cittadini dell’Unione europea, istituita presso
il Tribunale di Trieste e preposta a seguire i procedimenti
legati al riconoscimento della protezione internazionale.

L’Amministrazione regionale contribuirà al potenziamento degli
uffici giudiziari anche sotto il profilo tecnologico e
informatico, fornendo non solo materiale, attrezzature tecniche e
software, ma trasferendo modelli organizzativi e di gestione e
soluzioni applicative e di interoperabilità, nel rispetto dei
rispettivi piani di sviluppo.

La Regione si impegna inoltre ad adottare specifici progetti
educativi mirati ai giovani per diffondere una cultura della
legalità anche attraverso interventi mirati nelle scuole, a
favorire l’avvicinamento di neolaureati al mondo giudiziario e a
sostenere percorsi formativi di aggiornamento dell’Avvocatura per
soddisfare le eventuali richieste specialistiche.

Proseguirà infine il sostegno al progetto “sportelli di
prossimità” avviato nel 2015 con il quale la Regione ha dato vita
nel 2017 a Tolmezzo all’istituzione di una struttura stabile dove
operano dipendenti regionali a servizio dei residenti, che
fornisce informazioni e facilita l’accesso ai servizi giudiziari
dopo la soppressione del locale tribunale.
ARC/CCA/pph

Powered by WPeMatico

facebook
161