Bearzi

Gorizia: a Farra osservatorio aperto peril 50esimo dello sbarco sulla luna – 20 luglio 2019

 In occasione del cinquantesimo anniversario dello sbarco del primo uomo sulla Luna l’osservatorio astronomico e il planetario di Farra d’Isonzo (GO) saranno aperti nella serata di sabato 20 luglio, a partire dalle ore 21.
Il 16 luglio 1969 dalla base di lancio di Cape Kennedy (Florida) partiva la missione Apollo 11, lanciata dal vettore Saturno V, il più grande razzo multistadio mai costruito, con l’obiettivo di portare gli astronauti statunitensi Neil Armstrong, Michael Collins e Buzz Aldrin sulla Luna.
Dopo trenta orbite lunari, che permisero di osservare il luogo previsto per l’allunaggio nel Mare della Tranquillità, gli astronauti Armstrong e Aldrin si trasferirono nel modulo lunare LEM, mentre Collins rimase a bordo del modulo di comando. L’allunaggio avvenne a 102 ore dalla partenza, la sera del 20 luglio 1969 e, dopo altre sei ore e mezza, Armstrong pose piede sul suolo lunare pronunciando la frase memorabile: “Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un grande balzo per l’umanità”.
La storica impresa fu seguita in diretta da 600 milioni di persone, un quinto della popolazione mondiale, e fu una tale fonte di ispirazione che spinse migliaia di persone, soprattutto giovani, ad interessarsi all’osservazione e allo studio dello spazio. Anche a Farra un gruppetto di adolescenti ne subì il fascino, tanto che in pochi anni la condivisione della loro passione portò nel 1975 alla fondazione del circolo astronomico.
Nel corso della serata di sabato ai telescopi si potranno scrutare i pianeti Giove e Saturno e nel planetario, oltre alla simulazione del movimento della volta celeste, saranno proiettati documentari astronomici dedicati alla missione dell’Apollo 11.
E come in ogni celebrazione che si rispetti si chiuderà con un brindisi di Ribolla Gialla – edizione speciale del Cinquantenario dell’allunaggio – gentilmente offerta dalla tenuta vitivinicola “Borgo Conventi”, adiacente l’osservatorio e da pochi mesi acquisita dalla famiglia storica dell’enologia italiana Moretti Polegato, già proprietaria della trevigiana Villa Sandi.

Per partecipare a questo e a tutti i prossimi appuntamenti del 2019 in osservatorio è sufficiente associarsi al circolo astronomico: le categorie di iscrizione rimangono quella di “socio visitatore”, tessera annuale del costo di 10 euro, e “socio junior”, del costo di 5 euro, pensata per gli studenti (per informazioni, telefonare in osservatorio, dopo le 21, allo 0481 888540).
facebook
715