Gorizia: Bianco d’Autore 2011- 6 maggio/7 ottobre

klanjscekSei vini bianchi sposano altrettanti artisti. Una sinestesia di sapori, colori e armonie che avvolge i visitatori. Questo è Bianco d’Autore, la manifestazione promossa dalla Trattoria Enoteca da Luka e patrocinata dalla Provincia di Gorizia e dal Comune di San Floriano del Collio, che quest’anno taglia il traguardo della seconda edizione. Da maggio a ottobre, ogni primo venerdì del mese, artisti e produttori di vino si incontreranno a Giasbana per proporre una degustazione abbinata a un’esposizione di opere. Un incontro fra amici, che vuole essere anche una vetrina di promozione delle eccellenze di un territorio speciale: il Collio.
Una manifestazione che, lo scorso anno, è riuscita a richiamare oltre 800 visitatori.
La selezione degli artisti è stata curata da Alba Gurtner, l’allestimento delle esposizioni da Caterina Zanon. La rassegna si avvale della collaborazione della critica d’arte Cristina Feresin.

Gli appuntamenti

Ven 6 Maggio 2011 – ore 19
Ven 3 Giugno 2011 – ore 19
Ven 1 Luglio 2011 – ore 19.30
Ven 5 Agosto 2011 – ore 19.30
Ven 2 Settembre 2011 – ore 19
Ven 7 Ottobre 2011 – ore 19

Le aziende
Marco Felluga
Livon
Picech Roberto
Keber Edi
Ronco dei Tassi
Sturm

Gli artisti
Roberto Dolso
Vladimir Klanjscek
Alessandra Lazzaris
Rosa Bernal
Claudio Mrakic
Enzo Valentinuz

VLADIMIR KLANIŠCEK
Nasce nel 1944 a San Floriano del Collio. La passione per la pittura si manifesta già nell’adolescenza. Klanjšcek frequenta poi la Facoltà di arti figurative dell’Accademia di Pedagogia di Lubiana, perfezionandosi anche nella grafica e l’Accademia di Belle Arti di Venezia, dove segue le lezioni di Emilio Vedova. Comincia ad esporre nel 1962. Da allora si sono susseguite oltre una quarantina di personali, in patria e all’estero e oltre settanta collettive. Numerosi i premi e i riconoscimenti. L’artista si occupa anche di illustrazione e grafica editoriale e partecipa a diversi ex-tempore in Slovenia, Friuli Venezia Giulia e Austria. Klanjšcek è anche membro dell’Associazione degli artisti della Primorska settentrionale.

ENZO VALENTINUZ
Nasce nel 1946 a Romans d’Isonzo e si diploma all’Istituto d’arte Max Fabiani, dove muove i primi passi sotto l’attento sguardo del maestro Cesare Mocchiutti. Valentinuz si specializza in pittura murale sulle antiche tecniche del graffito, dell’affresco e dello strappo. Frequenta quindi l’Accademia di Belle arti a Venezia, sezione decorazione pittorica. Subito, ancora studente, riceve prestigiosi riconoscimenti nazionali in svariati concorsi e comincia la sua attività espositiva nel 1968. Nel 1973 è costretto, per cause di forza maggiore, a interrompere la sua carriera artistica, che riprende nel 2004, quando apre, su invito del Comune di Romans, uno studio di pittura murale, aperto al pubblico e alle scolaresche.

ROBERTO DOLSO
Dall’en plein air all’astratto, Roberto Dolso è un artista che ha sempre lasciato il segno. Classe 1948, originario di Fagagna, è stato avviato alla pittura dal maestro Fred Pittino dopo aver frequentato la facoltà di Architettura di Venezia. Per vent’anni si è dedicato, con successo, alla pittura di paesaggio en plein air, tecnica che ha peraltro insegnato anche alla Libera Accademia di Cividale. Quindi è passato all’astrazione, con l’utilizzo di olio, acrilico, pastelli secchi all’essenza e collages. Non si contano le numerose personali e le collettive, sia in Italia che all’estero, le fiere d’arte contemporanea e le collezioni pubbliche e private internazionali in cui sono presenti le sue opere.

ALESSANDRA LAZZARIS
Nata nel 1966, si è diplomata all’Istituto d’arte di Gorizia e laureata all’Accademia di Belle Arti di Bologna nella sezione pittura. Dal 1991 collabora come interior designer con diverse aziende friulane di arredamento e design e dal 2009 è interior designer libero professionista. Già nel 1989 viene segnalata al Festival europeo d’arte di Niort, in Francia: da quel momento è una rapida ascesa nel mondo dell’arte. Nell’ottobre di quest’anno presenterà la sua prima personale alla Galleria Dieci.Due di Milano, presentata da Angela Madesani.

ROSA BERNAL
Colombiana d’origine, risiede in Italia dal 1995. Laureata in psicologia e PH.D. In Educazione e sviluppo umano a Harvard, lavora come formatrice nell’ambito materno-infantile e della comunicazione. Da più di 25 anni l’arte è la sua passione. Dal 2007 ha intrapreso la carriera artistica, partecipando a collettive e allestendo personali in Italia.

CLAUDIO MRAKIC
Nato a Gorizia nel 1953, Mrakic si è diplomato all’Istituto d’arte del capoluogo isontino e quindi ha frequentato l’Accademia di Belle arti di Lubiana. Ha allestito numerose personali e partecipato anche a collettive, concorsi d’arte, extempore, fra i quali, nel 2003, il I° Simposio di scultura lignea internazionale a San Giovanni al Natisone. Scultore e incisore molto conosciuto e apprezzato, ha lasciato il suo segno a Gorizia, Chiopris-Viscone, Mossa, Treppo Carnico e Udine, che conservano le sue sculture lignee.

I VINI

LIVON, SOLARCO
Friulano e Ribolla Gialla ma anche Sauvignon e Pinot bianco compongono il bouquet di questo Collio bianco, proposto dall’Azienda agricola Livon. Il vigneto, di 5500 ettari, si trova sulle colline di Ruttars, frazione di Dolegna del Collio e cresce su un terreno di marne e argilla. Di colore giallo dorato, Solarco profuma di crosta di pane fresco e vaniglia. Al palato è fine, ricorda la mela, il fiore d’acacia, la frutta tropicale. Annata 2009.

EDI KEBER, COLLIO
Di color giallo paglierino, con riflessi dorati, come il colore delle foglie degli alberi del Collio in autunno, è un vino molto profumato e dalla forte personalità, come tutti i prodotti dell’azienda agricola Keber. Edi e suo figlio Kristian lavorano la terra che un tempo è stata curata dal nonno e dal bisnonno: una lunga tradizione, che si tramanda di padre in figlio.

PICECH ROBERTO, JELKA
Dall’uvaggio di Ribolla Gialla, Friulano e Malvasia istriana nasce Jelka, da Jelka Sirk, il nome della madre del produttore, che racconta: “Una donna dolce e discreta, racconta il figlio, che nel corso della sua vita, con fatica e dedizione, ha saputo creare quello che oggi per me è facile gestire”. L’annata è il 2005 ma l’imbottigliamento è avvenuto dopo 10 mesi di affinamento in botte grande e barrique.
RONCO DEI TASSI, FOSARIN
Ha un colore giallo paglierino, al naso è delicato, fine ed elegante. Fresco e fruttato da giovane, diventa complesso, ampio e speziato dopo il secondo anno di vita. In bocca è morbido, armonico, pieno con una buona complessità legata alle tre varietà che lo compongono. Le uve sono di Tocai Friulano (30-40%), Malvasia (20%), Pinot Bianco (40-50%). Annata 2009.

MARCO FELLUGA, MOLAMATTA
Di colore giallo dorato, in fase giovanile si caratterizza per un elegante profumo di frutta esotica, che evolve nel tempo assumendo personali note dolci che ricordano la vaniglia. Avvolgente in bocca, grasso e lungo, nel finale presenta un ottimo equilibrio. Molamatta è ottenuto dai vitigni di Pinot Bianco (40%), Tocai Friulano (40%), Ribolla gialla (20%), che si estendono nella zona doc Collio nel comune di Farra d’Isonzo, a 80 metri sul livello del mare.
STURM, ANDRITZ BIANCO
40% di Friulano, 40% di Sauvignon e 20% di Pinot Grigio compongono il bouquet, ricavato da un vigneto di 35 anni allevato a guyot. Dal colore giallo dorato, si presenta con una bella fluidità e profumi intensi ed eleganti di frutta esotica matura, nocciola e vaniglia, che si fondono insieme in una calda e soave sensazione. Al palato è armonico e intenso, dalle sensazioni olfattive persistenti.

Lascia un commento

646