Telegram

Gorizia festeggia 1020 anni

Il 28 aprile del 1001 Gorizia veniva citata ufficialmente per la prima volta in un documento in cui l’imperatore Ottone III donava il castello di Salcano e la villa chiamata Gorica per metà al Patriarcato di Aquileia e per l’altra metà al conte del Friuli, Guariento, della casata degli Eppenstein. Oggi, quindi, la città compie 1020 anni. Un traguardo che l’amministrazione comunale avrebbe voluto celebrare degnamente, considerando anche la nomina a Capitale europea della cultura con Nova Gorica, ma il Covid 19 non lo ha consentito. “I festeggiamenti sono solamente rinviati a fine settembre- annuncia il sindaco, Rodolfo Ziberna-, e si svolgeranno nell’ambito della manifestazione Contea, ideata proprio per celebrare i compleanni di Gorizia e che avrebbe dovuto svolgersi a fine aprile. Incrociando le dita, nella speranza che l’epidemia, per allora, abbia esaurito il suo percorso, grazie anche ai vaccini, vorremmo davvero realizzare una festa alla quale far partecipare i Goriziani che potranno utilizzare gratuitamente l’ascensore per arrivare in Borgo castello, la cui inaugurazione è  prevista entro l’estate.  Credo che le nostre millenarie radici – rimarca Ziberna-, rappresentino la forza più grande per la nostra città , quella forza che le hanno permesso, oggi, di guadagnarsi il titolo di Capitale europea della cultura insieme a Nova Gorica e che le permetterà di vincere le sfide che il futuro le ha messo di fronte. Non capita tutti i giorni di essere citati ripetutamente dal Capo dello Stato e di essere definiti simbolo e modello dell’Europa e sapremo sfruttare al meglio questa grande opportunità. Tantissimi sono i progetti in fase di realizzazione o di progettazione che renderanno Gorizia ancora più bella e turisticamente attraente ma, soprattutto, si stanno aprendo prospettive, per la nostra città, fino a ieri inimmaginabili. E’  quindi un compleanno ricco di promesse, che celebriamo con lo sguardo dritto verso il futuro. Tanti auguri Gorizia”.

facebook
396