Gorizia: Premio Collio – 11 giugno

filming-in-the_yard2I rappresentanti del Consorzio Tutela Vini Collio Carso, Patrizia Felluga e Marko Primosic, insieme a Giuseppe Longo hanno riconfermato l’appuntamento alla serata celebrativa del Premio Collio 2010 che si terrà venerdì 11 giugno al Palazzo del Cinema – Hiša Filma di Gorizia, con la proclamazione dei vincitori delle tre sezioni che compongono il corpo centrale del Premio  – premio giornalistico, premio alla miglior tesi di laurea e premio alla miglior tesi di dottorato – e la sezione dedicata al cinema denominata quest’anno Maratona 6*60-Premio Collio Cinema.
Il Presidente del Nuovo Vespa Club di Trieste, a chiusura della conferenza, ha confermato un altro appuntamento collaterale alla manifestazione: Venerdì 12 giugno prenderà il via il primo Raduno Internazionale delle Vespe in Collio organizzato da Vespa Club triestino.

Due giornate dunque interamente dedicate al Collio, alle sue bellezze, le sue peculiarità, la sua storia raccontate attraverso delle proposte altamente diversificate, dalla ricerca al cinema, dal giornalismo alla promozione turistica il tutto in una rinnovata ottica di re-branding e marketing territoriale identificata dal nome Collio è messa a punto dal Consorzio Tutela Vini Collio e Carso unitamente a una squadra di professionisti del settore per portare il Collio all’attenzione di una platea internazionale sempre più ampia ed eterogenea.

Nato nel 2003 con l’intento di promuovere le attività di ricerca scientifica, divulgazione e promozione del territorio, il Premio Collio vive di due anime, quella divulgativo-scientifica e quella artistico-creativa concretizzatesi grazie al lavoro congiunto del Consorzio Tutela Vini Collio e Carso, della Transmedia Spa e della Camera di Commercio di Gorizia in collaborazione con la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Udine, il  MIB School of Management, l’ARGA Friuli Venezia Giulia, l’Associazione Makin’GO di Gorizia, il Laboratorio Crea – Dams Cinema dell’Università di Udine e grazie al supporto del Comune di Gorizia – Assessorato allo sport e tempo libero e alla sponsorizzazione della Banca di Credito Cooperativo di Lucinicco.
Altrettanto significative per la riuscita e crescita del Premio le partnership tecniche di aziende del territorio quali Moroso, Electrolux,  TMedia srl e Qubik caffè della Vidiz & Kessler

Tre le menzioni che identificano la sezione divulgativo-scientifica del Premio:
•    alla ricerca scientifica dedicato agli studenti delle Facoltà Universitarie europee che abbiano discusso – nel periodo dal 1 ottobre 2007 al 30 aprile 2010 – delle tesi di laurea specialistica inerenti argomenti relativi alla ricerca viticola o enologica sui vitigni o vini bianchi delle aree collinari del Friuli Venezia Giulia, o meglio della denominazione Collio
•    al dottorato di ricerca dedicato agli studenti delle Facoltà Universitarie europee che abbiano discusso – nel periodo dal 1 ottobre 2007 al 30 aprile 2010 – delle tesi di dottorato inerenti argomenti relativi alla ricerca viticola o enologica sui vitigni o vini bianchi delle aree collinari del Friuli Venezia Giulia, o meglio della denominazione Collio
•    riconoscimento ad un giornalista che si è distinto nel mondo del vino dedicato ai giornalisti italiani o stranieri che abbiano realizzato un articolo divulgativo nell’ultimo anno in corso (da marzo 2009 a marzo 2010) su carta stampata, un servizio radiotelevisivo o sul web, il cui contenuto abbia contribuito alla promozione del settore vitivinicolo, ed in particolare dei vitigni e vini bianchi, nonché alla conoscenza del territorio

Selezionati da una commissione giudicatrice composta dal Prof. Roberto Pinton, Preside della Facoltà di Agraria di Udine; dal Prof. Enrico Peterlunger, Presidente del Corso di Laurea nonché Presidente della Commissione Didattica in Viticoltura ed Enologia della medesima Facoltà; dal Prof. Francesco Venier, Direttore Accademico dell’area Wine Business di MIB School of Management di Trieste; dal Dott. Carlo Morandini, Presidente dell’Associazione Regionale dei Giornalisti Agricoli, Agroalimentari, Ambientali e del Territorio del Friuli Venezia Giulia e dalla Sig.ra Patrizia Felluga, Presidente del Consorzio Tutela Vini Collio e Carso, i tre riconoscimenti rappresentano il cuore primario del Premio Collio andato poi allargandosi con l’ideazione della sezione cinematografica inaugurata per la prima volta nel 2009.

Trasformatasi in Maratona 6*60 – Premio Collio Cinema, la sezione ha visto la consolidata competizione tra filmmakers organizzata dall’Associazione culturale Makin’GO di Gorizia in collaborazione con il Laboratorio Crea – Dams Cinema dell’Università di Udine divenire il fulcro del Premio Collio Cinema.
Tenutasi dal 21 al 23 maggio scorsi, la competizione ha visto 31 troupe e quasi 200 partecipanti – tra registi, tecnici, attori e comparse – movimentare il territorio del Collio per realizzare dei cortometraggi di 6 minuti di durata massima in 60 ore totali. Un tour de force che ha coinvolto non solo il Collio, ma la regione tutta. Se il prestigioso Golf & Country Club Castello di Spessa è stata infatti la location di partenza dei maratoneti, i punti di raccolta dei materiali hanno tinto di giallo i quattro capoluoghi di provincia.
Conclusa la prima fase della competizione, i lavori sono stati consegnati alla giuria di esperti composta da Roy Menarini (presidente di giuria), Elena Giuffrida, Fabiano Rosso, Melanie Hollaus, Mariano De Rosa che ne hanno visionato il materiale, verificato il rispetto dei  vincoli contenutistici e selezionato i tre lavori vincitori che verranno resi noti soltanto nel corso della serata celebrativa dell’11 giugno.
€ 7500 il montepremi totale che verrà diviso tra i primi tre classificati nelle seguenti proporzioni:
1° classificato: 5000 € / Premio Collio Cinema;
2° classificato: 2000 € / Premio Palazzo del Cinema / Hiša Filma;
3° classificato: 500 € / Premio Visioni a tutto campo.

Spetterà però al Primo Raduno Internazionale delle Vespe in Collio chiudere l’edizione 2010 del Premio Collio sabato 12 giugno con un suggestivo tour tra le colline e vigneti dove i grandi vini bianchi prendono forma e sapore.
Promosso dal Vespa Club di Trieste, il vespa raduno rappresenta un altro modo ancora di promuovere il Collio, più disteso, più ludico, attento ad un turismo enogastronomico consapevole che non a caso si concluderà con un party solo però dopo aver riposto le due ruote.
Un gesto che il Consorzio Tutela Vini Collio e Carso ha ritenuto doveroso a conferma dell’importanza del bere consapevole per la propria e altrui sicurezza.
(Nel file allegato il tour dettagliato delle Vespe in Collio)

Tutto questo è Collio è.
Un progetto articolato ed ambizioso che opera a diversi livelli e su più fronti.
Se da un lato infatti promuove la ricerca scientifica,le attività culturali, incentiva l’interesse dei media, dall’altro opera per rinsaldare l’immagine e l’identità del Collio e del Consorzio stesso attraverso numerose altre iniziative: una nuova veste del prodotto, caratterizzata dalla capsula giallo brillante sulle bottiglie di tutte le aziende consorziate; un blog appositamente dedicato al confronto su tematiche inerenti al Collio e ai suoi vini; partnership con realtà industriali di spicco; collaborazioni con il mondo del design e della cultura; incentivazione del turismo e pretesti di svago per ospiti-enogastronomi appassionati.

Lascia un commento

453