Gorizia: Settimana Provinciale delle solidarietà: 9-15 Novembre

04.11.2010-Foto 4
Un momento di riflessione e di sintesi che, nel tempo, è diventato un punto di riferimento per l’analisi di argomenti quali la solidarietà, il volontariato e nuove forme di welfare per le famiglie, le giovani generazioni e per quanti operano nel sociale. Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la “Settimana provinciale delle solidarietà”, iniziativa articolata in una serie di approfondimenti che si svolgeranno dal 9 al 15 novembre al Centro Congressi di Udine e Gorizia Fiere. Giunta alla dodicesima edizione, contenuti e finalità della Settimana sono stati presentati oggi (giovedì 4 novembre) a palazzo Belgrado dall’assessore alle politiche sociali della Provincia di Udine Adriano Piuzzi che, nel descrivere i contenuti dei convegni in calendario, ha ringraziato tutti i soggetti che hanno collaborato alla definizione del programma a partire dal Centro servizi volontariato (Csv, rappresentato dalla presidente Mariangela Fantin) «realtà con la quale l’amministrazione provinciale condivide – ha sottolineato l’assessore – l’organizzazione di Idea Solidale, una passerella sul mondo del no profit di valenza regionale che troverà spazio in seno a Idea Natale, la rassegna dedicata al regalo natalizio in programma dal 12 al 15 novembre nel quartiere fieristico udinese». All’incontro sono intervenuti anche Renzo Peressoni (presidente Afds Udine) e per la Confartigianato di Udine Carlo Faleschini (presidente) e Michela Sclausero (presidente del Movimento Donne Impresa). Due realtà, Afds e Confartigianato Udine che hanno contribuito alla realizzazione di due dei 4 momenti di approfondimento in calendario.
«Anche quest’anno – ha affermato l’assessore Piuzzi – abbiamo predisposto un programma di confronti orientati a far riflettere giovani, operatori, amministratori, funzionari, educatori e famiglie sulle mille sfaccettature del volontariato, sulle criticità sociali presenti nelle nostre comunità e su come la rete di soggetti inclusi nel “terzo settore” (cooperative sociali, onlus, ma anche enti, aziende sanitarie, scuole e istituti) contribuisca a realizzare un modello di welfare rispondente ai bisogni espressi dal territorio. Gli interventi ai convegni – ha aggiunto – sono espressione delle esperienze e della ricerca effettuata sul territorio friulano».
Ricco di spunti su queste tematiche, il programma dei convegni a partire dell’evento di apertura indirizzato ai giovani (martedì 9 novembre, ore 9). L’incontro intitolato “L’importanza del dono” con il quale verrà inaugurata ufficialmente l’edizione 2010 della “Settimana Provinciale delle Solidarietà” prevede, infatti, testimonianze di giovani donatori che hanno scelto di intraprendere quest’esperienza. «Un esempio di solidarietà, quello del dono del sangue – ha commentato Renzo Peressoni nel descrivere le finalità del convegno – frutto di una cultura che si diffonde e in Friuli ha attecchito molto bene visto che la nostra Provincia è la prima in Italia per numero di donatori, tanto da essere presidio di riferimento anche in caso di emergenze. Unico neo: l’insufficienza di donatori tra i giovani (fascia 18-28) e il problema, in prospettiva, di un critico ricambio generazionale non sufficiente a far fronte a una crescente richiesta di sangue ed emoderivati». “Lavoro e inclusione sociale: vecchi dilemmi e nuove prospettive” sarà il filo conduttore dell’appuntamento di mercoledì 10 novembre con inizio alle 9 durante il quale ricercatori dell’Ires Fvg illustreranno i risultati di una ricerca sulle buone prassi di inclusione lavorativa a favore di soggetti svantaggiati, applicate in provincia di Udine. Giovedì 11 novembre, invece, si discuterà di giovani e di volontariato nella società civile. Diversi anche in quest’occasione gli interventi che si susseguiranno tra cui anche progetti sviluppati da studenti (istituti Stringher, Uccellis, Copernico).
Famiglia e gestione dei bambini nei primi anni di vita saranno gli argomenti dell’incontro conclusivo previsto per venerdì 12 novembre che inizierà alle 18 con gli interventi del presidente della Provincia di Udine, on. Pietro Fontanini e del presidente di Confartigianato Udine, Carlo Faleschini. Entreranno nel vivo del dibattito, Michela Sclausero (Presidente Donna Impresa Confartigianato Udine) che illustrerà la scuola per genitori e il progetto nidi familiari e Rosanna Schiralli psicologa e psicoterapeuta e docente della scuola per genitori. «Questo convegno – ha dichiarato Carlo Faleschini – rientra nella forte collaborazione tra la Provincia e la Confartigianato di Udine che ha dedicato un’apposita sezione dei servizi alla “persona” consapevole che parte dalla formazione della persona e della famiglia, la crescita sociale ma anche imprenditoriale delle nostre comunità. In questo contesto, a esempio, s’inserisce la scuola per genitori che ha registrato nella prima e seconda edizione, un elevato numero di adesioni».

522