Bearzi

Grado: “Stasera non escort” 26 ottobre 2012

Grado – Parte da Grado il 2012/2013 dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia. L’Isola d’oro, infatti, è la prima delle 23 stagioni del circuito ad iniziare l’attività. Venerdì 26 ottobre, alle 20.45, il PalaCongressi ospiterà quattro attrici comiche note al grande pubblico anche per le performance televisive: Margherita Antonelli, Alessandra Faiella, Rita Pelusio e Claudia Penoni. Stasera non escort è il titolo di uno spettacolo che, tra monologhi e canzoni, prova a raccontare la situazione delle donne nell’Italia del nuovo millennio.

Partendo dal presupposto che per una donna contemporanea l’unico lavoro sicuro e ben remunerato sembra essere quello della escort, il quartetto Antonelli-Faiella-Pelusio-Penoni posa uno sguardo impietoso sulle disparità tra i sessi: nella sessualità, nell’immagine offerta dai media, nel mondo del lavoro.
Un mondo, quello della società di oggi, talmente assurdo e paradossale da fornire un’infinità di spunti comici, sebbene di fronte alla desolazione di certi scenari il riso si faccia a volte amaro.
Le attrici si alterneranno sulla scena dissertando in modo comico sulla realtà contemporanea, soffermandosi su temi cari al mondo femminile: dall’autostima all’incomunicabilità tra i sessi, dalle fiabe alla pubblicità, presentando al pubblico personaggi esilaranti quali, tra gli altri, la signora Varagnolo (la desperate housewife di Pinerolo), l’antropologa esperta in escort, la cantante di liscio Daccela e le velone.
Quattro straordinarie attrici disposte a tutto pur di demistificare a colpi di risate i luoghi comuni sul mondo delle donne.

La stagione di Grado proseguirà al Palacongressi fino a dicembre con Raul Cremona e i Fichi d’India, mentre il 2013 segnerà il ritorno all’Auditorium Biagio Marin, dopo i lavori di adeguamento della struttura, con due operette, il consueto appuntamento con l’Associazione Grado Teatro e il duo Zuzzurro e Gaspare.

Info chiamando la Biblioteca Comunale 0431/82630. Info sugli spettacoli al sito www.ertfvg.it .

facebook

Lascia un commento

475