Bearzi

Graphistudio a un passo dal sogno. Supercoppa alla Torres

TAVAGNACCO (UD)- Vince la Torres ma quanti applausi da parte del folto pubblico presente sugli spalti di Riccione alla Graphistudio Tavagnacco che ha sofferto per un quasi un tempo per poi dominare la ripresa andando più volte ad un passo dall’impresa. La doppietta di Panico per le sassaresi e gol di Brumana fissano il risultato sul 2-1. Per la Graphistudio il rammarico di non aver sfruttato il rigore a metà ripresa (errore dal dischetto di Parisi) e le tante occasioni avute sotto porta. In avvio di gara la Torres comanda le operazioni e il Tavagnacco si affida alle ripartenze manovrate. Il primo tentativo è di Maendly che calcia da dentro l’area ma non trova l’angolo alla destra di Marchitelli. Il gran caldo, unito al terreno di gara in sintetico, non facilitano il fraseggio e per lunghi tratti le squadre sono costrette al lancio lungo verso le punte. La pressione della Torres si concretizza al 17’: Manieri fila via sulla sinistra e mette nel mezzo per Panico che incrocia di testa sul palo lungo. Il Tavagnacco accusa il colpo e la Torres ne approfitta per colpire ancora. Panico sfrutta il mancato allineamento della difesa friulana per presentarsi tutta sola davanti a Marchitelli e superarla con dribbling e tocco morbido che vale il 2-0. Le sarde sono scatenate e vanno vicine al tris poco dopo con una splendida azione di Manieri sulla sinistra. Il numero due rossoblu pesca nel mezzo Panico che chiama Marchitelli ad un intervento miracoloso per togliere la palla dall’incrocio dei pali. La reazione del Tavagnacco è timida ma quanto mai efficace e vale il 2-1: apertura di Tuttino sulla destra per Parisi che dal fondo mette dentro un buon pallone sul quale si avventa Mauro, in prima battuta e poi Brumana che mette in fondo al sacco (40’). Il gol spezza l’incantesimo sardo e la Graphistudio si trasforma, mettendo a ferro e fuoco la difesa sassarese. Negli ultimi minuti gioco la squadra di Rossi si fa ancora viva dalle parti di Criscione con un calcio piazzato di Parisi e un’azione tambureggiante di Mauro che mette in gol dopo il fischio del direttore di gara (fuorigioco millimetrico). Dopo l’ottimo avvio, il duplice fischio del signor Colinucci, “grazia” le campionesse d’Italia e manda le due squadre a riposo sul risultato di 2-1. La musica non cambia nel secondo tempo: passano due minuti e Tuttino serve Mauro sulla corsa; l’ariete friulano supera anche Criscione ma non inquadra lo specchio della porta da posizione defilata. Ora sono le friulane a premere sull’acceleratore e le sarde costrette sulla difensiva. Arca corre ai ripari inserendo Morra per Fadda nel temtativo di arginare l’avanzata delle friulane. L’assedio però continua e produce altre due palle gol nel giro di 60’’: in entrambe le circostanze è Criscione a superarsi sulla doppia conclusione di Brumana e Riboldi e su quella successiva di Tuttino. Al 63’ arriva l’occasione d’oro per le gialloblu: Brumana sollecita Criscione ad un’altra grandissima parata e sulla ribattuta Tuttino è stesa da Manieri. Rigore ineccepibile che Parisi mette però a lato. Ancora Criscione evita la capitolazione sull’incursione di Mauro al 68’, mentre la Torres respira con un tentativo dalla distanza di Morra che trova Marchitelli pronta alla presa bassa. I minuti finali sono un’autentica battaglia. L’urlo, in casa Tavagnacco, si strozza letteralmente in gola al 93’ quando la conclusione di Zitter si stampa sulla traversa a portiere battuto. La Torres si aggiudica la Supercoppa ma la Graphistudio ha dimostrato, con un grandissimo secondo tempo, di meritare maggior fortuna e di potersi giocare alla pari tutti i traguardi stagionali.

TORRES-GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO 2-1 (1°t. 2-1)
Reti: 17’ e 22’ Panico (TOR), 40’ Bumana.
TORRES: Criscione, Manieri, Motta, Stracchi, Tona, Fuselli, Maendly, Cortesi, Panico, Fadda (52’ Morra), Iannella. All. Salvatore Arca.
GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO: Marchitelli, Martinelli, Rodella (87’ Zitter), Tuttino Sorvillo, Masia, Riboldi (75’ Bissoli), Parisi (81’ Di Filippo), Brumana, Camporese. All. Marco Rossi.
ARBITRO: Colinucci di Cesena (Clemente di Bologna / Forese di Imola).
Ammonizioni: 49’ Maendly; 75’ Stracchi, 91’ Masia, 94’ Tona.
Note: campo sintetico. Giornata estiva. Al 63’ Parisi sbaglia un calcio di rigore.

facebook

Lascia un commento

425