Graphistudio Fiammamonza 2-0

Con un gol per tempo la Graphistudio piega il Fiammamonza. A segno Turra e Stabile.
La Graphistudio conquista i tre punti forse più sofferti della stagione davanti ad un Fiammamonza sempre in partita e aggressivo fin dai primi minuti di gara. Vittoria importante per le friulane che si dimostrano squadra di rango, capace di soffrire ma anche di colpire al momento giusto.
Avvio di gara favorevole alle lombarde che vanno al tiro dopo una manciata di secondi con Paliotti che per poco non inquadra lo specchio della porta. Le gialloblu rispondono con Camporese che ci prova dalla lunga distanza in due occasioni: al secondo tentativo tocca a Marchitelli disinnescare la conclusione del centrocampista gialloblu. Monzesi pericolose sull’asse Paliotti-Franchin con quest’ultima che mette fuori da buona posizione. Il Fiamma è aggressivo ed attua un pressing molto alto che soffoca le iniziative delle friulane. Le ragazze di casa non riescono ad alzare il baricentro del gioco e cos’ì facendo favoriscono quello delle lombarde che si rendono pericolose al 21’: tocca a Bissoli stoppare la conclusione a botta sicura di Franchin appostata a centro area. La partita sale di tono e le squadre lottano prevalentemente a centrocampo. Serve un’invenzione per mutare le sorti di un incontro destinato al pari e questa arriva al 42’ dai piedi di Paola Brumana che, con una splendida punizione dalla sinistra centra la traversa, ma trova la pronta deviazione sotto porta di Turra per l’1-0 friulano. Gol preziosissimo per le padrone di casa, che chiudono il primo tempo in vantaggio e con il morale alle stelle.
Il Fiammamonza ci prova in avvio di ripresa con una bella triangolazione Vinci-Franzin, ma la palla si perde sul fondo. Il Tavagnacco non si scompone e colpisce poco dopo sugli sviluppi di uno spiovente dalla destra di Bissoli che Brumana spizza per l’accorrente Stabile: il centrocampista incrocia al volo, di sinistro, alle spalle di un’incolpevole Marchitelli e realizza un gol fantastico che stronca sul nascere le velleità del Fiamma e mette in cassaforte il risultato. Nonostante i cambi operati dal tecnico lombardo Grilli, le friulane gestiscono al meglio la gara, limitando le incursioni avversarie e proponendosi con buona continuità in attacco. Il portiere biancorosso è costretto all’uscita disperata sui piedi di Brumana. Il Fiamma prova a riaprire l’incontro, ma il Tavagnacco si compatta a difesa del risultato e conquista una vittoria importante, per il carattere messo in campo dalle ragazze di Bearzi e per i primi tre punti del girone di ritorno che avvicinano le friulane ai piani nobili della classifica.

Bearzi: “ Una vittoria importante, davanti ad un’ottima squadra”

Ha ben ragione di essere soddisfatto mister Edoardo Bearzi. La bella prestazione delle sue giocatrici ha fruttato una vittoria importante, contro una diretta concorrente, e  tanti segnali positivi  visto il modo in cui è maturata. “E’ stata una prova di grande compattezza – dice Bearzi – davanti ad una buonissima squadra come il Fiammamonza, che ci ha messo in difficoltà e ci ha provato fino all’ultimo. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra e lo spirito di gruppo, che poi ha fatto la differenza. Non hanno mai mollato e, una volta in vantaggio, la squadra si è dimostrata compatta e determinata. Una vittoria importante sotto tanti aspetti”.

Grilli: “Alle ragazze non posso rimproverare nulla. Troppe assenze contro questo Tavagnacco”

La delusione sul volto di Nazzarena Grilli è evidente, e forse è ancor più forte per la consapevolezza d’essere arrivata a questa partita con troppe assenze. E le assenze, contro una squadra come il Tavagnacco, hanno pesato non poco: “ Non ho nulla da rimproverare alle mie ragazze che si sono battute fino alla fine. Il Tavagnacco è una grande squadra e gli episodi gli sono stati favorevoli. Un gol alla fine del primo tempo ed uno in avvio di ripresa sono troppo per questo Fiammamonza”. Il tecnico lombardo, che ha seguito la gara dalla tribuna, a causa della squalifica combinatale a fine dicembre, guarda al futuro con serenità “Speriamo di recuperare qualche elemento per le prossime partite. Sono molto rammaricata perché Ricco, ad esempio, si è fatta male quando la partita era già decisa. Si poteva evitare quel tipo di entrata: neanche in serie B succedono cose del genere…”. Ogni riferimento a squadre o giocatrici non è puramente casuale.

Fonte: Marco Piva

718