Green Carnia Fest: 3 eventi musicali a Paluzza, Ravascletto e Sutrio

La musica sbarca a Green Carnia Fest, festival della sostenibilità in montagna. venerdì 2 luglio la giornata terminerà alle 21 presso la Torre Moscarda di Paluzza di concerto in acustica del rapper carnico Doro GjatLuca “Doro Gjat” Dorotea nasce a Tolmezzo nel 1983 e sin da adolescente si appassiona alla musica, in particolare all’hip hop. L’esordio artistico arriva nel 2007 con il primo album omonimo del suo gruppo, i Carnicats, per l’etichetta ReddArmy. Vai Fradi, il suo primo album solista, esce per ReddArmy a novembre 2015 e ottiene ottimi riscontri sia di critica che di pubblico portando Doro a calcare palchi di rilievo nazionale come il Primo Maggio a Roma nel maggio 2017 e a collaborare con Joss Stone l’estate successiva. Orizzonti Verticali è il suo secondo disco da solista.

Sabato a Ravascletto sarà il set acustico di Woodnite a suggellare fra le montagne, alle 21: da 10 anni Woodnite (già 4B acoustic trio) è un’eccitante formazione acustica attiva in Italia ed Europa con centinaia di concerti da headliners o come band di apertura per importanti artisti italiani. Cominciando come cover band, negli anni il gruppo ha collezionato un vastissimo repertorio che va dall’era del rock ‘n roll alle più accattivanti canzoni pop dei nostri tempi; grandi brani blues, classici del country-rock come anche hard rock hits e brit-pop sono solo alcuni elementi della proposta artistica della band. Dato che tutti i membri del gruppo sono anche autori di talento, i Woodnite possono intrattenere il pubblico con bellissimi brani originali che spesso alternano alle varie covers proposte durante i concerti. In questi 10 anni di eventi dal vivo, hanno collezionato quasi 400 concerti, molti dei quali all’estero in paesi quali Polonia, Slovacchia, Germania e Armenia. Con i Woodnite l’eleganza di un unplugged si coniuga all’energia di una rock band!

Domenica 4 luglio gran finale alle 15, presso il parcheggio Enzo Maro dello Zoncolan – Sutrio, con il concerto dei Tre allegri ragazzi morti, preceduti da The Sleeping Tree. Dopo la partecipazione di Davide Toffolo al Festival di Sanremo 2021 ospite degli Extraliscio e la partecipazione dei Tre Allegri Ragazzi Morti al Concerto del Primo Maggio di Roma con la canzone Bengala, contenuta nel loro ultimo album Sindacato dei Sogni, la band friulana torna in tour dal vivo. Venticinque anni di musica, indipendenza e avventure, più di 1500 concerti, dischi, fumetti, maschere, disegni, sogni e un’etichetta (La Tempesta) che ha dato voce a tantissimi nuovi artisti: i Tre Allegri Ragazzi Morti riportano la gioia delle loro performance live, con nuovi travestimenti e canzoni provenienti dal loro vastissimo repertorio che spazia dal rock al reggae, senza soluzione di continuità.

facebook
802