telegram

Guardia Costiera: bilancio attività 2012, salvate 300 persone

guardia costiera

Più di 150 missioni compiute, 300 persone salvate tra diportisti, bagnanti e pescatori, 2.000 miglia percorse per ricerca e soccorso di imbarcazioni in difficoltà. Sono i dati più significativi diffusi dalla Direzione Marittima del Fvg che ha tracciato il bilancio dell’attività operativa del 2012. La Guardia Costiera ha effettuato controlli sistematici sulle navi mercantili di bandiera nazionale e, attraverso Port State Control (PSC), di bandiera estera, verificando oltre 100 unità (8 sono state fermate).Sono state rilasciate 200 autorizzazioni, per ragioni di sicurezza, a navi ed unità minori da traffico mercantile e da pesca; compiute 12 mila ispezioni di porti, ormeggi e approdi turistici, di vigilanza su traffici e balneazione, rilevando oltre 700 illeciti amministrativi per un ammontare di sanzioni inflitte di 410.000 euro. La Guardia Costiera ha eseguito in ambito regionale 3.400 controlli sul demanio marittimo, con più di cento tra informative di reato e verbali amministrativi. I mezzi navali hanno pattugliato le coste per vigilanza ambientale (1.800 missioni, di cui oltre 600 per la Riserva Marina di Miramare. E’ stata inoltre effettuata giornaliera vigilanza per la pesca a terra e in mare, con 4 operazioni complesse di controlli sulla filiera della pesca a tutela del consumatore. I controlli eseguiti nel 2012 sono stati 7.300, che hanno riguardato in mare i pescherecci in attività di pesca e, a terra, punti di sbarco, mercati ittici e grossisti, oltre a grande distribuzione, vendita al dettaglio, ristoranti e commercio ambulante in strada. Più di 100 gli illeciti amministrativi riscontrati per un ammontare di sanzioni per 70.000 euro; due tonnellate i prodotti ittici sequestrati, 40 gli attrezzi da pesca sequestrati.

355