Guidolin: 40 anni carriera. Pozzo, grazie Mister

Era il 4 agosto 1973 quando a Selvino, nel bergamasco, cominciava la carriera professionistica di Francesco Guidolin nel mondo del calcio, con il primo ritiro precampionato da calciatore con il Verona. Da allora sono trascorsi 40 anni, un traguardo che l’Udinese Calcio ha voluto evidenziare oggi con una lettera aperta del patron, Gianpaolo Pozzo, pubblicata sul sito ufficiale del club. ”Congratulazioni Mister per questo significativo traguardo intermedio della Sua straordinaria carriera – scrive Pozzo -. Le auguro altrettanti anni di calcio e di soddisfazioni. Sono orgoglioso di aver rappresentato con l’Udinese una parte importante del Suo percorso in questo mondo”. Il patron dell’Udinese rimarca quindi che ”negli anni trascorsi insieme il contributo che ci ha dato per la crescita è stato determinante” e sottolinea ”la stima e l’affetto che vanno al di là delle qualità professionali”. Quindi Pozzo pone l’accento sul legame con Udine: ”l’aver più volte respinto la chiamata di club metropolitani per restare con noi rende il nostro legame, il legame con la città e la nostra terra molto più speciale del semplice rapporto società-allenatore. I risultati raggiunti insieme in questi anni sono il nostro scudetto – conclude il presidente -, spero che anche per Lei abbiano lo stesso valore e che un giorno lontano quando deciderà di fermarsi considererà l’Udinese la ‘grande’ della Sua carriera”.

Dal 4 agosto 1973 ad oggi, dal Verona all’Udinese ne ha fatta di strada, congratulazioni Mister per questo significativo traguardo intermedio della Sua straordinaria carriera. Le auguro altrettanti anni di calcio e di soddisfazioni. Sono orgoglioso di aver rappresentato con l’Udinese una parte importante del Suo percorso in questo mondo.
Negli anni trascorsi insieme il contributo che ci ha dato per la crescita è stato determinante.
Mi lasci sottolineare che la stima e l’affetto che provo per Lei va al di là delle qualità professionali. L’aver più volte respinto la chiamata di club metropolitani per restare con noi rende il nostro legame, il legame con la città e la nostra terra molto più speciale del semplice rapporto società – allenatore.
I risultati raggiunti insieme in questi anni sono il nostro scudetto, spero che anche per Lei abbiano lo stesso valore e che un giorno lontano quando deciderà di fermarsi considererà l’Udinese la “grande” della Sua carriera.
Con affetto.
Gianpaolo Pozzo

631