Telegram

Guidolin: col Chievo non ci saranno cali di tensione

GUIDOLIN-2013-SERIOguidolin
chievo
udinese
“Non possiamo permetterci il lusso di sentire la stanchezza”. Reduce dalla dispendiosa gara d’andata di semifinale di coppa, giocata martedì al Friuli contro la Fiorentina, tra quattro giorni, nella gara di ritorno al Franchi, l’Udinese si gioca un pezzo di storia. L’accesso alla finale del torneo. Nel mezzo, però, è costretta ad affrontare, domani pomeriggio alle 18, il Chievo. In una gara delicatissima per il campionato, dove i bianconeri continuano a navigare in cattive acque. I friulani non hanno molte alternative. Nonostante abbiano scalato qualche posizione in classifica, domani devono solo vincere per tirarsi fuori dalla zona pericolo in cui sono ancora invischiati. “Dobbiamo spingere con tutte le forze contro una squadra che spingerà molto – ha aggiunto in conferenza stampa il tecnico Francesco Guidolin presentando il match -. Dobbiamo fare ricorso a tutte le nostre energie, ma anche a qualcuna in più. Non possiamo permetterci alcun calo di tensione. Non siamo assolutamente fuori dall’emergenza, da quell’urgenza che la classifica propone. Lo sappiamo benissimo. Non possiamo stare tranquilli in nessuna delle due competizioni, anche se al momento tutte le nostre attenzioni sono solo sul Chievo. Dobbiamo essere pronti”. La testa di tutti è rivolta al Chievo, squadra “insidiosa fuori casa. Corini è bravo e tutti conoscono quale bella realtà sia quella di Chievo. Un bell’esempio per tutti quelli che fanno calcio. All’andata abbiamo fatto una brutta partita. Abbiamo subito una sconfitta meritata che ci ricordiamo tuttti”. Guidolin dovrà fare i conti su qualche assenza. Brkic non sarà tra i pali. La riconferma va all’azzurrino Simone Scuffet, 17 anni e mezzo, che al suo esordio in due partite delicate in campionato e coppa “ha dimostrato una certa freddezza”. Allan e Pinzi, squalificati, verranno probabilmente sostituiti da Badu e Lazzari. Guidolin potrebbe anche concedere un turno di riposo a Domizzi in difesa, per preservarlo in vista del ritorno di coppa.

facebook
425