Hiroshima-6
Il Giappone non dimentica. A 70 anni di distanza da quel mattino del 6 agosto 1945 – alle 8.15 – il Paese si è fermato per un minuto in silenzio. Un centinaio le nazioni rappresentate al Memoriale della Pace – a Hiroshima – all’evento che ha visto per la prima volta la presenza di un rappresentante dell’amministrazione Usa. Oltre 200mila le vittime dell’esplosione della bomba atomica

“Il Giappone ha l’importante missione di realizzare un mondo libero dalle armi nucleari attraverso misure realistiche e pratiche”, è stato il messaggio del premier nipponico Shinzo Abe. “Presenteremo una nuova risoluzione all’assemblea dell’Onu del prossimo autunno per l’eliminazione delle armi nucleari”, ha aggiunto.

Hiroshima, patrimonio dell’Umanità dell’Unesco
Il Memoriale della Pace di Hiroshima (foto copertina) è sostanzialmente il Genbaku Dome, diventato patrimonio mondiale dell’Unesco nel 1996. Genbaku Dome significa “Cupola della bomba atomica”: si tratta di un edificio progettato dall’architetto ceco Jan Letzel finito di costruire nel 1915. Doveva essere un edificio pubblico. Dopo la bomba atomica del 1945, il Genbaku Dome è rimasto intatto: simbolo della devastazione. E monito agghiacciante

Altre immagini qui: http://www.udine20.it/giando/hiroshima/

La città prima e dopo la bomba atomica
Hiroshima-20

Hiroshima-21

543