Bearzi

aquile

Pontebba, 30 settembre 2010 – Continua anche a Pontebba la marcia delle Volpi. Per le Aquile il rammarico per le tante superiorità sprecate ICE HOCKEY AQUILE FVG – HOCKEY CLUB BOLZANO 2:4 (0:0, 1:2, 1:2) Reti: Reti: 30.10 (1:0pp) Monych (Endicott), 32.42 (1:1pp) Borgatello (Ceresa/Walcher), 37.00 (1:2pp) Insam (Zisser/Walcher), 44.19 (2:2pp) Marchetti (Guerin/Rigoni), 45.27 (2:3) Bernard (Dorigatti/Zisser), 56.47 (2:4sh) Mazzolini Ice Hockey Aquile FVG: Ho?evar (Camin); Ambrosi, Dufresne, Lutz, Marchetti, Nicoletti, Tavželj; Ciresa, Endicott, Felicetti, Guerin, Lavrentiev, Monych, Nicolao, Piva, Rigoni, Rizzo, Stampfer Coach: Tom Pokel Hockey Club Bolzano Foxes: Zaba (Hell); Ceresa, Borgatello, Ruggeri, Lehtinen, Fabris; Fretter, Egger, Dorigatti, Souza, Mazzolini, Insam, Walcher, Zisser, Bernard, Unterkofler, Röggl Coach: Adolf Insam Arbitri: Gastaldelli/Gasser (Moschen/Tschirner) Alle Ice Hockey Aquile FVG non riesce di vendicare l’eliminazione ai quarti di finale playoff scudetto patita a marzo, complice anche una giornata decisamente storta dal punto di vista dei power-play (solo due realizzati a fronte degli undici avuti) e uno Zaba capare di fermare qualcosa come 57 tiri. Il Bolzano parte a testa bassa chiudendo le Aquile nella propria retroguardia. Dopo i primi minuti di netta marca biancorossa, complice anche la prima penalità, esce il Pontebba che però non sfrutta il primo cinque contro quattro. Le Volpi sono parecchio nervose, tra il 7′ e il 9′ concedono altri due power-play, ma i friulani non riescono a piazzare la zampata vincente neppure quando – sulla sirena – possono giocare con due uomini in più. Negli spogliatoi Pokel si fa sentire e le Aquile cambiano registro a inizio secondo periodo. Mentre gli avversari si limitano a gestire il puck nel tentativo (riuscito) di addormentare il gioco, i friulani vanno ancora a secco in situazione di power-play nonostante Nicoletti provi a mettere a segno la sua prima rete. Gli risponde Borgatello, ma Ho?evar è sempre attento. Al 29.52 arriva la sesta superiorità e alla fine tanto tuonò che piovve: sventola di Endicott non trattenuta da Zaba con il tap-in vincente di Monych (30.10). La risposta altoatesina è veemente e va a segno alla prima penalità pontebbana. Borgatello (32.42) leggermente decentrato infila un Ho?evar un po’ coperto. Entrambe le squadre vogliono andare al riposo in vantaggio, c’è però molta confusione davanti allo slot avversario. Alla fine a spuntarla è il Bolzano che completa la rimonta: al 36.48 Marco Insam rientra dalla panca puniti e ci mette dodici secondi a bucare il goalie bianconero con un bello slap all’incrocio. Ultimo periodo con i padroni di casa subito bravi a capitalizzare l’ennesimo power-play grazie a un missile di Marchetti (44.19), ma la festa dura davvero poco perché la reazione avversaria è violenta e un minuto e otto secondi è Bernard che all’esordio stagionale timbra subito il cartellino per il nuovo vantaggio ospite. Padroni di casa alla ricerca del nuovo pareggio e sulla decima superiorità il solito Lutz va vicinissimo al gol. Al 56.26 il suo tiro viene salvato sulla linea e dalla ripartenza solitaria di Mazzolini arriva il definitivo 4 a 2 che chiude il match.

facebook

Lascia un commento

752