Honsell sul campo nomadi: “Stiamo lavorando”

nomadi
Il primo cittadino risponde alle accuse del presidente della Provincia Pietro Fontanini. Il sindaco di Udine: “Le richieste economiche del demanio rendono difficile intervenire con un progetto complessivo, ma in poco più di un anno abbiamo già fatto uscire quattro famiglie senza farne entrare di nuove
“Anche se ovviamente è più semplice fare demagogia, l’amministrazione comunale preferisce lavorare e in poco più di un anno abbiamo già ottenuto dei risultati, visto che siamo riusciti a far uscire dal campo rom quattro nuclei familiari senza farne entrare di nuovi”. Il sindaco di Udine entra così nella questione del campo nomadi di via Monte Sei Busi, dopo le accuse all’amministrazione comunale rilasciate alla stampa dal presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini.

TU COSA NE PENSI ?

Cosa pensi degli zingari ?

View Results

“Noi stiamo lavorando a una graduale evacuazione dell’area – continua il primo cittadino – perché è difficile redigere un progetto di fronte alle richieste economiche avanzate dal demanio, proprietario dell’area, anche solo per la concessione del terreno. L’anno scorso abbiamo anche chiesto un finanziamento alla Regione per intervenire, ma al momento il contributo non è ancora stato stanziato. Siamo determinati a risolvere il problema, anche se chi continua a strumentalizzare e semplificare la questione certo non aiuta a trovare una soluzione”.

Anche di fronte a un’alternativa alla graduale evacuazione dell’area di via Monte Sei Busi, cioè lo sgombero in blocco del campo per consentire i lavori di messa a norma, si porrebbe un altro problema. “Visto che il presidente Fontanini non fa proclami – dichiara Honsell – sarei lieto che mi indicasse dove trasferire queste persone durante l’intervento”. Va aggiunto inoltre che le famiglie che vivono nel campo sono residenti nel campo a tutti gli effetti. “Mi meraviglia che il presidente Fontanini si esprima in questi termini – commenta Honsell – perché tralascia di spiegare che si tratta di cittadini italiani che risiedono in via Monte Sei Busi da decenni. Anzi, la stessa amministrazione comunale di cui ha fatto parte il consigliere comunale della Lega Nord Luca Dordolo, che ora scarica la responsabilità sulla mia giunta, ha continuato a dare residenze in quel campo”. Il primo cittadino ritorna poi sull’invio della polizia provinciale nell’area. “Auspico che la Provincia si coordini con le altre forze dell’ordine – conclude Honsell – per non interferire con la loro azione”.

Lascia un commento

368