I numeri della Polizia Municipale

Diffusi i dati dell’attività della polizia locale nella prima parte del 2009 Nel primo semestre del 2009 i sinistri sono diminuiti del 3,4% Tanti i settori di intervento: dalla polizia edilizia a quella di tutela dell’ambiente, dalla polizia commerciale alla vigilanza veterinaria

Ben 27 mila telefonate in entrata alla centrale operativa, oltre 6 mila documenti gestiti dal protocollo informatico, quasi 18 mila accertamenti di violazioni al Codice della strada. Sono solo una parte degli interventi svolti dalla polizia municipale nei primi sette mesi del 2009, ma già delineano in modo chiaro la mole di lavoro svolta quotidianamente dagli agenti municipali. “Premesso che con la nuova legge regionale la denominazione della polizia municipale dovrà mutare in polizia locale – sottolinea l’assessore con delega alla Polizia Municipale Lorenzo Croattini – tra gli obiettivi indicati dall’amministrazione comunale spicca la riduzione degli incidenti stradali, da perseguire attraverso l’intensificazione dei controlli soprattutto della velocità e della guida pericolosa o in stato di ebbrezza. I dati relativi ai primi mesi del 2009 mostrano già i primi risultati in questo senso”.

L’intensificazione dei controlli – a metà anno la polizia municipale ha già raggiunto la quota di controlli effettuati nel corso di tutto il 2008 – da parte della polizia municipale ha portato infatti a una diminuzione del numero di incidenti del 3,4% già nel primo semestre del 2009. Un primo risultato ottenuto soprattutto grazie all’attività di controllo del territorio e della viabilità: tra gennaio e luglio di quest’anno gli uomini della polizia municipale hanno verificato e contestato 17.891 violazioni al Codice della strada, ritirando 72 patenti di guida e 168 carte di circolazione. A questi dati si aggiungono anche 13 veicoli rimossi e 50 sequestri amministrativi dei mezzi. Particolare attenzione è stata riservata ai superamenti dei limiti di velocità, che hanno portato a 167 violazioni accertate. Le contravvenzioni comminate per guida senza certificato di idoneità sono state 14 e quelle per mancata copertura assicurativa 61. La polizia municipale ha poi verificato 37 casi di mancato utilizzo della cintura di sicurezza. Il rilevamento di queste infrazioni è stato possibile grazie all’intensa attività di controllo svolta dagli agenti dell’ufficio Viabilità. In questi primi sette mesi la polizia municipale ha predisposto 747 posti di controllo stradale, 370 dei quali con telelaser e 245 con il test per la verifica della guida in stato di ebbrezza. Un indice chiaro dell’intensificazione dell’attività di monitoraggio delle strade, considerando che in tutto il 2008 il numero di posti di controllo stradale aveva raggiunto quota 770, dei quali 216 con il telelaser e 69 con l’etilometro.

Ricorsi al giudice di pace. Su 235 ricorsi totali, il giudice di pace ha confermato la sanzione in 128 casi, dando ragione invece ai cittadini ricorrenti per 83 volte (14 ricorsi sono stati giudicati inammissibili e in 9 casi è cessata la materia del contendere). Le infrazioni più comuni risultano essere naturalmente i divieti di sosta e di fermata, ben 15.146, circa 80 al giorno. A questo importo vanno aggiunti 6.645 accertamenti relativi ai parcheggi a pagamento con ticket scaduti o non in regola.

Educazione stradale. L’attività dell’ufficio Viabilità si è concentrata anche sulle iniziative di educazione stradale, che negli ultimi anni hanno riscosso tanto successo nelle scuole. Tra gennaio e luglio sono stati effettuati interventi per 50 ore nelle scuole primarie, coinvolgendo 645 alunni. Il progetto di educazione stradale “Guida la tua sicurezza”, rivolto agli studenti delle scuole superiori, ha coinvolto 40 ragazzi per 44 ore di lezione complessive.

Attività interna. Particolarmente corposa anche la mole di lavoro interno, svolta soprattutto nell’ambito della sala operativa. Nel complesso in questi primi sette mesi sono stati gestiti 6.291 documenti attraverso il protocollo informativo. La sala operativa ha ricevuto 27.452 chiamate, con una media di circa 130 telefonate al giorno. Una parte consistente di chiamate ha riguardato le richieste di permessi temporanei per l’accesso alla Zona a traffico limitato (3.154). Numerose anche le segnalazioni di auto in sosta irregolare (560) e di passi carrai ostruiti (283). Sono state 139, invece, le chiamate per disturbo della quiete pubblica da parte di pubblici esercizi e da abitazioni private, e per schiamazzi nelle vie.

Polizia giudiziaria. Impegnativa anche la quota di interventi di polizia giudiziaria, di cui vengono riportati i dati dei primi sei mesi del 2009. In questo filone di attività rientrano 210 interventi di iniziativa della polizia municipale (tra ricezione denunce e pratiche relative a valori, documenti, beni rinvenuti/restituiti a seguito incidenti stradali) e 253 azioni su richiesta dell’autorità giudiziaria o di altre forze dell’ordine (Comandi/Polizie /Prefettura/Questura). I principali interventi di polizia giudiziaria hanno riguardato azioni di sequestro giudiziario (27 casi) e la comunicazione di notizie di reato del Codice della strada o del Codice penale (126 casi). Da segnalare inoltre che le patenti di guida ritirate per motivi giudiziari sono state 22, alle quali si aggiungono 9 patenti straniere.

Polizia amministrativa. Per quanto riguarda le attività di polizia amministrativa sono stati effettuati 136 sopralluoghi e 122 istruttorie relativamente ai pubblici esercizi e alle strutture alberghiere. Nel complesso sono state 14 le violazioni accertate. Rispetto alle occupazioni di suolo pubblico (190 concessioni temporanee e 26 quelle permanenti) sono state istruite 147 pratiche, seguite da 28 sopralluoghi che hanno portato a un totale di 11 violazioni accertate.

Altre attività. Dagli interventi di polizia edilizia alle attività di tutela ambientale e di polizia ecologica, dalla vigilanza veterinaria al monitoraggio del territorio dei vigili di quartiere: sono diverse le aree di intervento della polizia municipale, alcune delle quali ancora poco conosciute. La polizia edilizia, ad esempio, è una speciale unità che si occupa di prevenire e reprimere gli abusi edilizi su tutto il territorio comunale. Nei primi sette mesi del 2009 ha effettuato 101 sopralluoghi e istruito 143 pratiche, accertando complessivamente 7 violazioni. La polizia municipale ha anche compiti di tutela ambientale e di polizia ecologica, con particolare riferimento alla gestione dei rifiuti (abbandono, scarico abusivo dei rifiuti). Rispetto a questo settore di intervento tra gennaio e luglio sono stati effettuati 251 sopralluoghi e sono state istruite 228 pratiche, con 7 violazioni accertate e contestate.

Tra le funzioni della polizia municipale c’è anche l’attività di vigilanza veterinaria, che mira alla conservazione del patrimonio zootecnico, prevenendo e combattendo le malattie infettive e diffusive degli animali. Gli agenti municipale devono vigilare ad esempio sulla tenuta degli animali domestici e sul modo di condurli negli spazi pubblici (museruola, guinzaglio, ecc…), ma anche provvedere ad attivare il servizio di cattura dei cani randagi da parte dell’Azienda sanitaria. Questo filone di intervento ha portato a 123 sopralluoghi, 176 pratiche istruite e 77 violazioni accertate. Per quanto riguarda le attività svolte nei quartieri, la polizia municipale ha garantito 304 ore di presenza nelle sedi circoscrizionali, accogliendo complessivamente 213 contatti con i cittadini. Tra le curiosità da segnalare c’è il costante ritrovamento di oggetti smarriti da parte degli agenti municipali. Nei primi sette mesi del 2009 sono stati rinvenuti 230 oggetti perduti (192 restituiti ai legittimi proprietari), con una media abbastanza costante di 30 oggetti smarriti ogni mese.

facebook
722