Telegram

I piloti friulani hanno dominato la tappa di casa del campionato Italiano Regolarità a Ragogna

Team Regolarità Friuli sul velluto nella tappa di casa del Campionato Italiano Regolarità, specialità dell’enduro riservata alle moto d’epoca, andata in scena domenica 30 maggio a Ragogna. Successo del Team friulano del Moto Club Manzano, che conquista in abbinata sia il Trofeo a squadre, grazie alle prestazioni di Mirco Rossi, Marco De Eccher e Philipp Sparer, sia il Vaso con i piloti Matteo Rubin, Stefano Bosco e Sandro Pivetta. La gara organizzata dal Moto Club Tagliamento, si sviluppava nella zona collinare lungo un percorso di circa 40 chilometri, ripetuto per tre volte dai 286 piloti arrivati da tutto lo stivale, che hanno affrontato due prove cronometrate, il Cross Test e l’Enduro Test, entrambe molto apprezzate. Tra i piloti regionali in gara, grande prestazione di Mirco Rossi che conquista la classe B3 su Honda 250 4T. Vittoria di Vanni Cominotto in classe D6, il pilota di Dignano in sella ad una Maico fa sua anche la classifica assoluta. Stefano Bosco si conferma mattatore nella D3, conquistando il vertice della classe su Kramer 125 2T, alle sue spalle il pilota di casa e presidente del Moto club organizzatore, Mario Nodusso su Cagiva 125 al secondo posto. Dominio indiscusso per Mauro Sant che conquista la classe X5 su Puch 250, mentre l’altoatesino del team Regolarità Friuli Philipp Sparer, porta a casa la vittoria della classe C6 su Maico 500 2T. Prova di forza per l’ex campione del mondo enduro, il veneto Matteo Rubin accasato con la squadra friualna, che conquista la D5 in sella ad una Ktm 250. Alessandro Degano su Ktm, firma il successo in A2 mettendo alle sue spalle Marco De Eccher secondo anche lui su Ktm. Sara Bric su ktm 250 conquista la classifica femminile, mentre Greta Zamaro piazza la sua Ktm 350 4T, al terzo posto di classe. Ottima la prova di Mattia Mion “Ramirez” che conquista la classe T80 Rs, in sella ad una Tm. Podio per Mauro Tomasetig, il pilota Fantic si piazza secondo in classe D1, mentre nella D2 Sandro Pivetta su Aprilia chiude sul terzo gradino del podio. Nella X1 Fabio Zandonà su Aim 80 termina terzo, stessa posizione per Fulvio Galassi su Cagiva in classe X2. Seconda gradino del podio di classe X4 per Paolo De Vincenti su Honda 350 4T, il pilota friulano sfiora la vittoria, perdendo il primato nell’ultima speciale a causa di una foratura.

facebook
586