Idea per una gita fuori FVG: Cittadella e il suo Camminamento di Ronda

Camminamento di Ronda

Cittadella è l’unica città murata di tutta Europa ad avere un Camminamento di Ronda medievale, di forma ellittica e completamente percorribile.

Il Camminamento di Ronda è una passeggiata panoramica a 15 metri d’altezza sopra le Mura di Cittadella. Era l’antico Camminamento di guardia che serviva per difendere la città dall’alto in caso di attacchi nemici. Il recente restauro ha consentito la messa in sicurezza dell’antico Camminamento di Ronda, per permettere ai visitatori di ammirare la città da punti di vista inediti e privilegiati, un’esperienza unica di “camminare nella storia”.

La passeggiata è lunga quasi due chilometri e all’interno del percorso sono visitabili le stanze di rievocazione e allestimento medievale nella Casa del Capitano. Inoltre all’interno della Torre di Malta si può visitare il belvedere alto quasi trenta metri, il Museo dell’Assedio e il Museo Civico Archeologico. Dall’alto il paesaggio spazia sulla campagna circostante, si possono ammirare i Colli Euganei, i Monti Berici, la Pedemontana con le città murate di Marostica e Asolo, il Monte Grappa.

1220-2020: Gli 800 anni di Cittadella

La storia della nostra città inizia esattamente nel 1220, anno di costruzione delle Mura di Cittadella.

Questa è una ricorrenza molto significativa per noi, quella degli 800 anni di storia di fondazione della città, quindi, dell’edificazione dell’imponente cinta muraria medievale.

Gli eventi e le manifestazioni in programma per tutto il 2020 erano numerosi, ma la pandemia non le ha viste concretizzarsi. Speriamo che nel 2021 molti eventi si possano recuperare.

Il logo ideato per questo anniversario è il simbolo di questi festeggiamenti e ha un significato ben preciso: un torrione, la forma circolare della cinta muraria rappresentata da due fasce curve, lasciate aperte per dare l’idea di continuità e di città aperta. La linea retta del torrione che scende verso il basso riproduce l’altezza delle mura mentre i merli utilizzati richiamano il parapetto utilizzato come difesa dalle frecce. Il richiamo agli 800 anni nella stilizzazione del simbolo dell’infinito, che chiuso diventerebbe un otto e congiunge i due periodi storici.

Cittadella, Ottocento anni di storia!

Descrizione del Percorso sopra le Mura

Dopo aver acquistato il biglietto all’Ufficio Turistico IAT di Cittadella, comincerete l’avventura di camminare sopra le Mura di Cittadella sul Camminamento di Ronda.

Visiterete il piano nobile della Casa del Capitano, per  poi salire le scale che vi porteranno al Camminamento di Ronda a 14 metri d’altezza! Da qui potete ammirare lo stemma dei Carraresi visibile sul lato sud del Torrione di Porta Bassano. I Carraresi erano un’importante famiglia di Padova in epoca medievale. Dopo il periodo comunale, agli inizi del 1300, dominarono Padova e il suo territorio per quasi un secolo fino all’arrivo dei Veneziani. Iniziate a passeggiare da Porta Bassano a Porta Vicenza.

Le mura hanno un’altezza media di 14 metri. I torrioni sono alti fino a 30 metri. Le mura hanno forma ellittica, hanno una circonferenza di quasi 1500 metri ed hanno uno spessore medio oltre i due metri. Le mura sono pressoché prive di fondamenta e a sostenerle provvedono i terrapieni appoggiati all’interno e all’esterno di esse. Attorno corre un ampio fossato, un tempo alimentato da acque sorgive. Superate le scale e la passerella della breccia, la cui origine viene riferita ad un episodio bellico del 1500 o più probabilmente è dovuta ad un crollo strutturale documentato verso la fine del 1600.

Tra Porta Vicenza e Porta Padova ammirate il Municipio e il Campo della Marta, un tempo luogo di giostre medievali e attualmente Teatro all’aperto per le manifestazioni durante la bella stagione, sotto vi è un parcheggio sotterraneo. Fuori dalle mura si scorgono i giardini pubblici, s’intravede lo stadio in cui gioca la squadra di calcio del Cittadella, e più in là i Colli Euganei, parco naturale della provincia di Padova. Passate accanto al tetto della chiesa di S. Maria del Torresino e visitate la Porta Padovana prima di entrare all’interno della Torre di Malta. All’interno della Torre di Malta, un tempo terribile prigione costruita da Ezzelino III da Romano, troverete un punto vendita di souvenir, le toilette, il Museo Archeologico al primo piano e il Belvedere sopra la torre. Potete scendere e terminare qui il vostro giro o continuare in direzione Porta Treviso. Ricordate che il prossimo tratto, da Porta Padova a Porta Treviso, è stato inaugurato a giugno 2013. Grazie al recente restauro, infatti, oggi il Camminamento di Ronda di Cittadella è percorribile nella sua interezza! Ammirate l’imponente facciata del nostro Duomo e quella di Palazzo Pretorio, antica sede del podestà in epoca veneziana. Fuori dalle mura invece c’è l’ospedale della città. Continuate per Porta Bassano, entrate nel torrione e scendete per terminare la visita della cinta muraria.

Info: www.muradicittadella.it

Orari di ingresso al Camminamento:

Gennaio, Febbraio, Novembre, Dicembre 9:00- 14:00 / 15:00 -17:00
Marzo, ottobre 9:00- 14:00/15:00- 17:00 ora solare – 9:00- 14:00/15:00- 18:00 ora legale
Aprile, Maggio, Settembre 9:00- 14:00 / 15:00- 19:00
Giugno, Luglio, Agosto 9:00-13:00 + 15:00-19:00 (nei weekend su prenotazione fino alle ore 20:00)
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura
Ingresso al Camminamento di Ronda dalle Porte Bassanesi

Storia di Cittadella

Vi invitiamo a visitare Cittadella, una splendida città murata di origine medioevale che si trova a pochi chilometri da importanti centri artistici quali Padova, Vicenza, Treviso, e inserita nell’ampio contesto storico di altre città murate del Veneto quali Bassano del Grappa, Marostica, Asolo, Castelfranco Veneto. La fondazione della cittadina risale al 1220, quando il comune di Padova decide di creare ex novo nel settore centrale della pianura veneta un luogo fortificato per tutelare le zone di confine del suo contado contro le città di Treviso e Vicenza, oltre che per controllare i signorotti locali e per avviare una politica di colonizzazione agraria. Il nuovo insediamento sorge però in una zona frequentata sin dall’antichità: se da un lato sono quasi assenti materiali paleoveneti, è invece comprovata la presenza romana già a partire dal II sec. a.C.: nel 148 a.C. viene realizzata la Postumia, arteria viaria che attraversa tutto il Nord Italia collegando Genova ad Aquileia. Al termine della dominazione romana il territorio è probabilmente sotto il controllo dei Longobardi, anche se scarsissime sono le fonti altomedioevali; molto probabilmente si ha un generale spopolamento e inselvatichimento dell’ambiente, mentre si sviluppano poteri feudali attorno a piccoli centri quali Onara, Fontaniva, Tombolo, Galliera. Tra il XII – XIII sec. La Repubblica comunale padovana dà inizio ad una vigorosa spinta espansionistica che la vede scontrarsi con i vicini comuni di Treviso e Vicenza; la zona del medio Brenta diventa così teatro di scontro e la fondazione di Cittadella si inserisce in questo contesto. Cittadella subisce tra il 1237 e il 1256 la terribile dominazione del signorotto locale Ezzelino III da Romano, che nel 1251 fa costruire la Torre di Malta come orrida prigione per i suoi nemici. Nel corso del ‘300 e del ‘400 la cittadina torna sotto il controllo dei Carraresi di Padova, diventando un vero capoluogo del territorio padovano. Nel 1406 Cittadella, come tutto l’entroterra veneto, passa sotto il controllo di Venezia, che invia i suoi podestà incontrando la sorda opposizione della popolazione locale. La Serenissima domina su queste terre fino al 1797, quando Napoleone con la Campagna d’Italia conquista tutto il settentrione. Dopo il trattato di Vienna (1815) il Veneto passa sotto il controllo degli austriaci fino ad entrare nel 1866 nel Regno d’Italia. Oggi Cittadella è un comune della provincia di Padova che conta più di 20.000 abitanti e si estende su un territorio pari a 36 km².

facebook
579