Ideal Standard: forse c’è un acquirente, si verso la cassa integrazione

IDEAL_STANDARD_1 La proprietà di Ideal Standard ha manifestato disponibilità ad accedere alla cassa integrazione in deroga, dal primo maggio al 31 dicembre, per i 400 dipendenti dello stabilimento di Orcenico di Zoppola (Pordenone) per i quali aveva aperto la procedura di mobilità. Lo rende noto Franco Rizzo, segretario provinciale dei Chimici della Cisl. L’accordo è stato trovato dopo sette ore di trattative nella sede di Unindustria, a Pordenone.

L’azienda si è anche impegnata a favorire il subentro di un possibile acquirente – che opera nel mondo delle Cooperative e presenterà il piano industriale entro un mese – mettendo a disposizione marchi e impianti produttivi a condizioni agevolate. Le organizzazioni sindacali hanno accettato che la mobilità dei lavoratori avvenga per ora su base volontaria, in attesa che venga definito l’organico della futura compagine societaria. Domani la bozza di accordo verrà sottoposta ai lavoratori in assemblea per poi procedere alla ratifica al Mise.

La firma dell’accordo per Ideal Standard, con la proposta dell’attivazione della cassa integrazione in deroga sino a fine 2014 per il sito industriale di Orcenico di Zoppola (Pordenone), è stata “accolta con soddisfazione da parte della Regione Friuli Venezia Giulia”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive, Sergio Bolzonello. “Questo risultato – ha dichiarato Bolzonello – è prima di tutto il risultato frutto della determinazione e dell’impegno dei lavoratori dello stabilimento di Orcenico e delle rappresentanze sindacali, con il supporto e l’aiuto, che riteniamo sia stato utile ed efficace, di Unindustria Pordenone e della stessa Amministrazione regionale, di concerto con Provincia e Comune di Zoppola”

679