PopSockets

Il “Contratto della Merenda” conquista i bambini udinesi

img_6482.JPG

Tredici classi coinvolte, quasi 1.400 partecipanti e una percentuale di adesioni ormai vicina all’80% degli iscritti totali.

 Bastano questi dati per descrivere il successo del “Contratto della Merenda”, il progetto di educazione alimentare che ha preso avvio nel 2003 nel IV circolo didattico e che negli anni è diventato parte integrante dei programmi educativi delle scuole cittadine. L’iniziativa, presentata nel corso di una conferenza stampa che si è svolta oggi 7 aprile lungo via Cavour, consiste in un patto per la sana alimentazione dei bambini delle scuole primarie, sottoscritto dal Comune, dai circoli didattici cittadini, dall’Azienda sanitaria “Medio Friuli”, dai supermercati Despar, Eurospar, Interspar del Nordest (gruppo Aspiag), dalla Coldiretti, dalla Camera di commercio e dalla Confcommercio di Udine.Il “Contratto” prevede l’offerta gratuita a tutte le classi di una merenda a base di yogurt o pane speciale per tre giorni alla settimana, l’impegno da parte dei genitori a fare in modo che nei giorni rimanenti i bambini portino a scuola, come merenda, della frutta (e/o della verdura), ma richiede anche una costante azione educativa da parte degli insegnanti e l’adozione da parte dei genitori di un atteggiamento positivo e di incoraggiamento nei confronti dei bambini e di condivisione degli obiettivi generali del progetto.

“Il Comune crede fortemente nel valore educativo di queste azioni e le segue direttamente attraverso l’ufficio di progetto “Città Sane” – spiega il sindaco Furio Honsell -. La prova di quanto l’Amministrazione comunale tenga a garantire un’alimentazione corretta e sana in particolare alle giovani generazioni è testimoniata dal fatto che una delle prime decisioni che abbiamo preso è stata quella di mantenere in capo ai genitori la gestione delle mense nelle scuole dell’infanzia”. La presentazione dei dati del progetto, che ha visto partecipare anche un centinaio di alunni di quattro classi partecipanti, ha tracciato un quadro particolarmente positivo, con una percentuale di adesioni in costante crescita. Nel corso di questo anno scolastico 2008-2009 sono stati 1.382 i bambini aderenti, contro i 1.178 dell’anno scorso. La percentuale di partecipanti ha raggiunto il 77,5% degli iscritti, in aumento rispetto allo stesso periodo del 2006 e del 2007, quando si attestò al 74%.

La presentazione, all’interno della quale erano in programma anche diverse attività di intrattenimento e animazione (sia nelle strade del centro storico sia all’interno della sezione Ragazzi della Joppi) a cura del servizio Ludobus del Comune di Udine, ha offerto anche l’occasione per presentare le iniziative per il 2009. Un programma particolarmente ricco, che prevede la redazione di cinque numeri di “Briciole …di merenda”, un foglietto informativo illustrato sui temi della salute e della sana alimentazione distribuito alle famiglie dei bambini che aderiscono al Contratto. Sempre in un’ottica di comunicazione e sensibilizzazione a queste tematiche, è prevista un’azione di promozione del blog “Star bene…in pillole”, attivato sul sito “Fruts” e “Il Formicaio”. Sono in programma, inoltre, diversi incontri con esperti del settore dedicati a insegnanti e genitori. Tra le novità più apprezzate dai bambini ci sono i laboratori del gusto, dei momenti di degustazione guidata organizzati mensilmente da Coldiretti in ogni circolo didattico della città.

Tutte queste iniziative sono rese possibili, al pari del “Contratto della Merenda”, dalla sinergia e dalla collaborazione di tutte le realtà che contribuiscono al progetto. “Grazie a queste collaborazioni è stato possibile in questi anni offrire ai bambini alimenti più semplici e genuini, ma anche valorizzare le produzioni locali e della tradizione artigiana – spiega l’assessore ai progetti educativi Kristian Franzil -. Il progetto è nato e cresciuto grazie alla condivisione tra dirigenti scolastici, insegnanti e genitori dell’importanza dell’educazione alimentare per la salute dei bambini e al comune impegno e reciproco sostegno per facilitare e sostenere nel tempo comportamenti alimentari utili a prevenire il progressivo aumento, anche nella nostra realtà, dei bambini in soprappeso”. Durante l’incontro sono intervenuti il coordinatore del progetto OMS “Città Sane”, Gianna Zamaro, il responsabile Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’Ass. 4, Cecilia Savonitto, il direttore del centro distribuzione Despar del Fvg, Paolo Martini, e la presidente della Coldiretti della Provincia di Udine, Rosanna Clocchiatti. Per il gruppo panificatori della Confcommercio di Udine ha partecipato il presidente Pierluigi Orlandi, che oltre a rifornire l’iniziativa ha approfittato dell’occasione per distribuire del pane ai passanti.

facebook

Lascia un commento

629