Il giro d’Italia femminile passa per Tavagnacco

Sabato 10 luglio il Comune di Tavagnacco sarà interessato dalla partenza della 10^ tappa del Giro d’Italia femminile “Feletto Umberto – Monte Matajur”. Per il secondo anno consecutivo il Comune avrà quindi l’onore e il piacere di ospitare un importantissimo evento ciclistico agonistico. Dopo la meravigliosa esperienza vissuta nel mese di ottobre 2020, quando è stato il turno del passaggio del Giro d’Italia maschile, ora la Comunità di Tavagnacco può rivivere l’entusiasmo, la creatività, ammirare le coreografie e partecipare agli eventi che saranno messi in campo per accogliere in maniera festosa il passaggio delle numerose atlete iscritte.
Tavagnacco è terra di campioni e campionesse e, nello sport femminile, ha raggiunto livelli di eccellenza con primati mondiali ed europei in svariate discipline quali il tiro al piattello, con l’olimpionica Chiara Cainero, le bocce, con la campionessa del mondo Milena Toffolo, la pallavolo, con la neo campionessa d’Europa e d’Italia Lara Caravello, e le ragazze dell’UPC Tavagnacco che hanno calcato i campi della Champions League di calcio femminile.


“Grazie alla passione e alle capacità del nostro concittadino Enzo Cainero – afferma l’Assessore allo Sport Alessandro Spinelli – abbiamo la possibilità di ospitare questa importante tappa della competizione ciclistica. A lui rivolgiamo la gratitudine dell’Amministrazione Comunale per questa ennesima dimostrazione di attaccamento al territorio e al suo paese”.
In questi giorni l’Amministrazione Comunale sta definendo i dettagli di alcune iniziative che accompagneranno l’evento e, grazie alla disponibilità e alla collaborazione di commercianti, Pro Loco CIL Feletto e Gruppo Alpini di Feletto Umberto, Gruppo Alpini di Branco, Pro Loco di Tavagnacco, Circolo Culturale Cavalicco 2000 e Gruppo Alpini di Adegliacco e Cavalicco, il nostro territorio sarà nuovamente vestito a festa per salutare le atlete.
“L’occasione sarà importante anche dal punto di vista sociale – sottolinea l’Assessore – in quanto dopo tanti mesi in cui la pandemia ci ha costretti a limitare le occasioni di aggregazione e socialità, questo evento segnerà il ritorno a un cauto e responsabile ritorno alla vita di relazione e offrirà la possibilità, non solo di condividere momenti di svago e di sport, ma anche di avvicinare ulteriormente la popolazione all’utilizzo della bicicletta in un’ottica di mobilità sostenibile e green. Colgo l’occasione per invitare tutta la popolazione e, in particolare, i residenti delle vie e piazze interessate dal percorso di gara, ad abbellire i propri balconi con drappi o fiori rosa, colore caratterizzante la gara ciclistica nazionale, nonché con il Tricolore.”
“ Siamo molto orgogliosi di essere stati coinvolti in questa importante manifestazione sportiva che vede protagoniste le donne – aggiunge l’assessore alle Pari Opportunità Ornella Comuzzo – anche perché il nostro Comune dedica all’universo femminile molte attenzioni e molti servizi : ricordo soltanto il Centro di Ascolto e consulenza delle donne che qui opera da oltre vent’anni. Riteniamo che la partenza di questa penultima tappa del 32° Giro d’Italia donne da Tavagnacco possa essere di buon auspicio affinchè anche in ambito sportivo venga riconosciuta la parità di genere, visto che lo sport non è né maschile né femminile. Essere atleti infatti, significa dedicare la propria vita a questa passione, con impegno e sacrificio”.

729