Bearzi

Il peso dell’anima: a Udine un convegno tra scienza e fede

peso-anima
Il 6 novembre l’evento della libreria Perlanima a Là di Moret con Abbate, Trofimov e Conforto

Il tema filosofico dell’anima, indagato fin dall’inizio della civiltà, è oggi oggetto di studio scientifico, soprattutto dopo l’avvento della fisica e della meccanica quantistica. Ed è proprio sul “peso dell’anima” che verterà il convegno in programma domenica 6 novembre, dalle 9 alle 19, presso Là di Moret. Una giornata di approfondimento su come la scienza sta studiando l’anima, organizzata dalla Libreria Perlanima, la prima libreria a Udine specializzata in tematiche spirituali, giunta al suo quarto evento annuale con ospiti di levatura internazionale.
Infatti, ad indagare argomenti quali la vita dopo la morte, la coscienza umana e l’immortalità dell’anima saranno Giuliana Conforto, astrofisica e docente di meccanica classica e quantistica;
Alexander Trofimov, accademico e direttore dell’Istituto internazionale di ricerca scientifica di Cosmic Anthropoecology (ISRICA), Istituto di Novosibirsk , Siberia; Gian Piero Abbate, fisico, teologo, esperto studioso della cabala e musicista, già collaboratore con Carlo Rubbia al CERN di Ginevra per gli studi delle particelle elementari, ripagati con il premio Nobel nel 1984. E ancora, Paola Giovetti, giornalista e scrittrice specializzata nel campo del paranormale, dell’esoterismo, della mistica e della spiritualità, autrice di una trentina di saggi e redattrice della più antica rivista italiana di parapsicologia, “Luce e Ombra”. Infine, Jhonny Mariotto, scrittore, formatore motivazionale, conferenziere e ricercatore indipendente nell’ambito energetico-spirituale.
“Abbiamo organizzato questo evento per dare una speranza alle persone – commenta Andrea Casasola della libreria Perlanima – la ricerca di se stessi come percorso spirituale e di crescita personale può passare anche attraverso la scienza”.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 0432 171 0321; [email protected]

facebook
975