Il successo dei social: quali motivi?

I social sono senza alcun dubbio i protagonisti assoluti delle nostre giornate. Secondo le statistiche, In una prospettiva mondiale, le persone oggi passano circa 2 ore e mezza davanti allo schermo del proprio smartphone, ma i numeri sono tuttora in evoluzione. Oggi il tempo che passiamo connessi è maggiore rispetto a qualche anno fa anche in conseguenza ad un nuovo tipo di accessibilità ai dispositivi. 

Secondo quanto riportato da una ricerca effettuata negli Stati Uniti, gli utenti restano connessi ad un dispositivo in media 11 ore e 27 minuti al giorno.  I media digitali sono sempre più presenti nella nostra vita quotidiana anche a causa della rapidissima evoluzione tecnologica che ha consentito la realizzazione di mezzi sempre più coercitivi, veloci, capaci di soddisfare esigenze specifiche e sempre aggiornate. 

Chi utilizza i social media con maggior frequenza e per più tempo al giorno sono i soggetti giovani, di età compresa tra i 18 e i 34 anni. La media è di ben 3 ore e mezza. Mentre la televisione vince ancora tra le persone di mezza età tra i 50 e i 65 anni con un risultato di circa 6 ore totali. 

Questi numeri comunque ben dimostrano il successo dei social. Ma quali sono i motivi che hanno portato le varie piattaforme ad avere così tanto successo? In Italia Instagram supera anche Facebook per quanto riguarda l’utilizzo quotidiano. Questo perché il social è molto semplice da usare ed inoltre le stories di Instagram hanno permesso a tutti gli utenti di trasformare il proprio account in un vero e proprio storytelling della propria vita quotidiana.

Moda, fashion, musica, l’opportunità di connettersi facilmente con persone di tutto il mondo o di seguire la vita just in time di VIP (o presunti tali) hanno certamente inciso, ma tra tutti i dati quello che mi ha fatto più riflettere è questo: Instagram batte Facebook perchè, secondo il 47% delle persone, non richiede un’attività costante. Stando a quanto rivelato da una ricerca condotta della United Kingdom’s Royal Society for Public Health, la piattaforma fotografica sarebbe un ottimo trampolino di lancio per l’auto-espressione e l’affermazione dell’identità. Ad affermarlo sono stati i giovani inglesi coinvolti nello studio che, di età compresa tra i 14 e i 24 anni, hanno risposto a domande su come i vari social avessero ripercussioni su 14 diverse questioni relative alla loro salute mentale o fisica.

Le loro risposte hanno permesso ad Instagram di totalizzare un punteggio positivo, così come Youtube, Facebook, Snapchat e Twitter, viste come piattaforme capaci di offrire la possibilità di esprimersi e di appartenere a una comunità, oltre che di offrire supporto emotivo con commenti e frasi di incoraggiamento.

C’è un altro social che sta impazzando in questi anni: TikTok. Il colosso cinese è stato lanciato nel lontano settembre 2016 da parte di ByteDance, con il nome di Douyin però la nascita vera e propria di TikTok come lo conosciamo attualmente è avvenuta nel 2018, dopo che ByteDance ha unito la stessa TikTok con Musical.ly. Tik Tok presenta inoltre una serie di fattori che hanno contribuito alla sua ascesa al successo. Tra i motivi ci sono una forte creatività e contenuti rivolti alle nuove generazioni. Infatti, a differenza di Instagram, TikTok possiede una gamma più ampia di filtri ed effetti da applicare alle clip, oltre che ad un video-editor tanto intuibile quanto efficace. La combinazione di questi aspetti porta a possibilità creative potenzialmente infinite.

Molte aziende, si lasciano scoraggiare dalla natura molto giovanile di questo particolare social network, soprattutto per la presenza di alcuni contenuti bizzarri. La maggior parte degli utenti, ben il 41% ha un’età compresa tra i 16 e i 24 anni e questa presenza predominante costituisce una ragione meritevole per fare valutazioni per le proprie attività di marketing.

Il fattore differenziante di Instagram rispetto agli altri social negli ultimi anni è stato il focus, grazie soprattutto alle Stories, sulla creazione del contenuto da parte degli utenti. Questo aspetto ha portato grandi vantaggi al social di Zuckerberg in termini di engagement e retain degli stessi utenti sulla piattaforma. TikTok però non solo ha messo al centro della sua proposta la creazione del contenuto, ma l’ha anche portata a livelli più avanzati.

A differenza di Instagram, TikTok possiede una gamma più ampia di filtri ed effetti da applicare alle clip, oltre che ad un video-editor tanto intuibile quanto efficace. La combinazione di questi aspetti porta a possibilità creative potenzialmente infinite. Il successo della piattaforma però è stato possibile grazie al rimando di tutte queste feature su uno specifico target: la Gen Z.

I social, dunque, sono una realtà imprescindibile del nostro tempo. D’altronde negli ultimi 15 anni si è avuta una vera e propria rivoluzione grazie ad internet. La nostra vita quotidiana è cambiata notevolmente grazie al boom di internet ed in particolare dei dispositivi mobile. E’ proprio grazie a questi device che si è avuta un’accelerata incredibile verso il futuro. Pensiamo all’home banking, oppure alla nascita dei casinò online, fino ad arrivare allo streaming online, ormai un punto di riferimento sia per chi vuole vedere una partita di calcio che per gli appassionati di film e serie tv.

facebook
287