Il volto dimenticato di Udine riemerge da un antico manoscritto

Il volto dimenticato di Udine riemerge dalle pagine di un antico manoscritto. Il viaggio alla scoperta dei testi e dei documenti più originali e sconosciuti conservati nella sezione Manoscritti e Rari della biblioteca civica “V. Joppi” prosegue giovedì 21 maggio alle 18 nella sala Corgnali della Joppi, in Riva Bartolini, con la presentazione dell’antico volume “Memorie su le antiche case di Udine”, redatto da Giovan Battista della Porta tra il 1898 e il 1948.
Il testo riporta le notizie storiche sulle 2.100 case di Udine comprese entro la quinta cerchia di mura della città. Al suo interno si ritrovano anche numerose immagini, alcune poco note o del tutto inedite: cartoline in bianco e nero e a colori, fotografie, ritagli di giornali, disegni e schizzi eseguiti da della Porta ma pure di epoche precedenti. Documentazione che va a integrare visivamente le notizie, mostrando i cambiamenti avvenuti in città, anche a seguito delle due guerre mondiali. Immagini che svelano non solo vie ed edifici ma anche persone, in posa o in movimento, con il loro abbigliamento di lavoro o di festa, i militari in divisa, i mezzi di trasporto – dal tram bianco colto in diversi punti del suo percorso cittadino, ai carretti tirati o spinti faticosamente a mano o da cavalli, dalle biciclette a qualche rara automobile – e persino i manifesti per gli spettacoli affissi ai muri delle case.
A illustrare il manoscritto sarà Anna Frangipane, professore associato di Architettura tecnica presso l’università di Udine. La docente, che ha sviluppato la sua attività di ricerca intorno ai temi del recupero edilizio, dello studio dei materiali, delle tecniche costruttive e della sostenibilità, nel 2013 è stata responsabile scientifica del progetto di ricerca che ha portato all’edizione digitale dell’opera G.B. della Porta. Memorie su le antiche case di Udine a cura di Vittoria Masutti. Il progetto è stato finanziato dal Collegio Notarile Riunito di Udine e Tolmezzo e dall’Associazione notarile Friulana ed è stato realizzato in collaborazione con il Comune di Udine, la biblioteca civica ‘Vincenzo Joppi’ – sezione Manoscritti e Rari, i Civici Musei e Gallerie di Storia ed Arte, il Dipartimento Gestione del Territorio, delle Infrastrutture e dell’Ambente del Comune di Udine, l’Archivio di Stato di Udine, il Dipartimento di Storia e Tutela dei Beni Culturali dell’università degli studi di Udine.

628