Illegio: Cucina d’Arte, alla riscoperta dei sapori del territorio. Dal 14 Luglio 2013

“Cucina d’Arte” è il titolo della rassegna enogastronomica che prenderà il via domenica 14 luglio per offrire sia agli appassionati d’arte sacra in visita a Illegio (Udine) che a buongustai e gourmand un calendario di 4 degustazioni con quattro differenti chefs alla riscoperta di piatti e sapori del territorio.
“Cucina d’Arte” è il secondo momento di contatto tra linguaggi differenti collegati alla straordinaria mostra “Il Cammino di Pietro”, inaugurata lo scorso 12 maggio alla Casa delle Esposizioni di Illegio (Udine), che presenta l’incantevole avventura della fede attraverso l’emblematica figura dell’apostolo Pietro.
Dopo il “cammino delle arti” in cui fede, arte e danza hanno dialogato nel monologo di Alessandro Berti “L’Abbandono della Divina Provvidenza” andato in scena lo scorso 29 giugno, tocca ora a questo “cammino di segni e sapori” che partirà domenica 14 luglio con i piatti di Gunter Piccolruaz, lo chef altoatesino dall’esperienza internazionale tra Amburgo e la California che, nella storica Antica Trattoria Alla Fortuna di Grado, rivisita i classici della cucina gradese.
“Cucina d’Arte” proseguirà poi il 27 e 28 luglio con Lors Bearzi dell’Osteria da Nando di Mortegliano rinomata per la cucina legata alla tradizione culinaria friulana ed ai prodotti tipici della nostra terra. Successivamente, il 3 e 4 agosto sarà Daniele Cortiula, lo chef con alle spalle un’esperienza televisiva alla “Prova del Cuoco” su Rai 1 e ora al Ristorante “Alle Viole” di Gradisca d’Isonzo a preparare i piatti da degustare. Appuntamento singolo il 29 settembre per la chiusura della rassegna affidata a una donna, lo chef “stellato” Fabrizia Meroi titolare insieme al marito Roberto del Ristorante Laite di Sappada rinomato per il suo menù stagionale che nobilita le materie povere del territorio con qualche inserimento ittico o pregiato.

Il calendario di degustazioni abbina alle creazioni di questi rinomati chef una selezione di importanti vini di produttori friulani. Per il primo appuntamento in mescita i vini bianchi dell’Azienda Agricola Bracco di Elisabetta Bracco, mentre nel secondo incontro nei calici il Friulano per l’Ermitage della Cantina Villa Russiz di Silvano Stefanutti. Friulano e Refosco dell’Azienda Agricola Petrucco di Lina e Paolo Petrucco per le degustazioni di inizio agosto e la conclusione della rassegna, a fine settembre, sarà incoronata con le bottiglie di Sacrisassi Rosso della Cantina Le due Terre di Silvana Forte.
Tutti gli appuntamenti si terranno al Teatrotenda di Illegio dalle ore 12 alle ore 20 con un costo di 50 euro a persona. Prenotazioni fino ad esaurimento posti.

Il Comitato di San Floriano continua nella costante ricerca di stimoli che avvicinino le persone alla fede partendo da ambiti apparentemente molto distanti come l’enogastronomia e le arti. Infatti “Il Cammino di Pietro”, prima ancora che un percorso d’arte, è un viaggio della mente e del cuore che avvolge credenti e non credenti in una rappresentazione drammatica di cosa sia la fede. Non viene definita, non viene dichiarata attraverso concetti, ma è descritta attraverso la vita dell’apostolo Pietro, protagonista di un cammino di fede fatto di passioni e intuizioni, di momenti di fatica e crisi, di lacrime di dolore e lacrime di gioia, di gesti azzardati e gesti eroici.
La mostra “Il Cammino di Pietro”, arrivata a Illegio dopo tre mesi di esposizione a Castel Sant’Angelo – dove è stata ammirata da 230.000 visitatori – è la mostra ufficiale dell’Anno della Fede, indetto da Benedetto XVI con la sua Lettera Apostolica Porta fidei, che ha avuto inizio con il cinquantesimo anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II (11 ottobre 1962) e con il concomitante ventesimo anniversario della pubblicazione del Catechismo della Chiesa Cattolica (1992) . Quaranta opere, da Oriente e Occidente, che percorrono la storia della cristianità dal IV fino al XX secolo: dipinti e sculture di artisti d’eccezione quali Lorenzo Veneziano, Benvenuto Tisi detto il Garofalo, Gerrit van Honthorst, il Guercino, Simon Vouet, Battista Caracciolo, Dirck Van Baburen, Mattia Preti, Vasilij Dmitrievic Polenov, Eugéne Burnand. Tra le opere in esposizione, diversi inediti che sono di particolare interesse per gli storici dell’arte.

La mostra “Il Cammino di Pietro”, curata da Don Alessio Geretti, è realizzata dal Comitato di San Floriano di Illegio, incaricato dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione – il soggetto della Santa Sede che ha la regia dei principali eventi dell’Anno della Fede destinati alla Chiesa universale – con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività culturali e con il sostegno del Progetto Culturale della Conferenza Episcopale Italiana e come espressione della pastorale della cultura dell’Arcidiocesi di Udine, con l’aiuto della Regione Friuli Venezia Giulia, della Provincia di Udine, del Comune di Tolmezzo-Assessorato alla Cultura, della Camera di Commercio di Udine, della Fondazione Crup, della Banca di Cividale e della Fondazione Credito Valtellinese.

Per informazioni e prenotazioni:
348/8565762 oppure 0433/66039 – www.illegio.it

ILLEGIO (UDINE), Teatrotenda
Domenica 14 LUGLIO 2013
Sabato 27 e Domenica 28 LUGLIO 2013
Sabato 3 e Domenica 4 AGOSTO 2013
Domenica 29 SETTEMBRE 2013

Lascia un commento

716