Bearzi

In regione nel 2009 173 milioni dalla lotta all’evasione

agenzia entrate
I risultati della lotta all’evasione 2009 superano, anche in Friuli Venezia Giulia, il primato del 2008. Lo rende noto l’Agenzia delle Entrate, che registra 173 milioni di euro incassati da gennaio a dicembre 2009 grazie alla complessiva azione di contrasto agli inadempimenti tributari, il 24% in piu’ rispetto al 2008, anno che aveva gia’ fatto riscontrare un risultato di quasi 140 milioni riportati nelle casse dell’Erario. Nel biennio, quindi, sono stati incassati piu’ di 310 milioni di euro.

Dei 173 milioni complessivi, circa 63 derivano da attivita’ di liquidazione e 110 da attivita’ di accertamento e di controllo formale. Di questi ultimi, piu’ di 76 milioni sono da attribuirsi a versamenti diretti. ”I risultati raggiunti nel 2009 – ha affermato il direttore regionale Paola Muratori durante una conferenza stampa – sono il frutto dell’impegno e della professionalita’ dei dipendenti dell’Agenzia, e nel 2010 l’azione di contrasto proseguira”’.

Nel 2009, ha spiegato il direttore regionale, l’Agenzia ha sviluppato la propria azione in base a due pilastri fondamentali strettamente connessi alla riorganizzazione degli Uffici sul territorio: da un lato l’individuazione di diverse tipologie di contribuenti, dall’altra l’adozione di metodologie di intervento che seguono le peculiarita’ di ciascuna realta’ territoriale ed economica.

Focalizzando l’attenzione sui risultati, si impenna il riscosso legato agli istituti definitori dell’adesione e dell’acquiescenza (44 milioni), con un balzo in avanti del +84% rispetto al 2008, superiore, in questo caso, all’incremento nazionale (+51%). Boom anche per gli accertamenti sintetici: su 963 eseguiti (per quasi 12 milioni di maggiore imposta accertata), oltre la meta’ e’ stata definita con adesione o acquiescenza, per quasi 3 milioni di euro (+77% rispetto al 2008).

Gli interventi esterni si sono concretizzati in oltre 220 verifiche e controlli mirati, con buoni risultati sia in termini di maggiore Iva (oltre 17 milioni di euro) sia di rilievi ai fini di imposte dirette e Irap, pari, rispettivamente, a quasi 72 e 88 milioni di euro.

Fonte: Adnkronos

facebook

Lascia un commento

388