Webcam

INNOVACTION – Il Futuro è a Udine

logonero.jpg

 

Da giovedì 14 a domenica 17 febbraio 2008 torna a Udine Fiere InnovAction, l’annuale
appuntamento con le ultime frontiere dell’innovazione promosso e organizzato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con Udine e Gorizia Fiere e con l’Università degli Studi di Udine.
Giunta alla terza edizione, dedicata quest’anno al tema più che mai attuale della Qualità della Vita, la manifestazione è una fondamentale occasione d’incontro, sinergica e positiva contaminazione tra il mondo della ricerca (nelle sue molteplici accezioni, dai laboratori agli incubatori di imprese, dai parchi scientifici e tecnologici alle università) e quello delle imprese e della finanza.

 

Il concetto stesso di innovazione, trasversale e in continuo divenire, rende il cuore espositivo di InnovAction complementare ai suoi contenuti congressuali: la manifestazione presenterà un ampio spazio dedicato alle imprese, alle idee e alle realtà che hanno fatto dell’innovazione una delle loro prerogative principali.
Lo spazio espositivo della fiera sarà diviso in due sezioni principali. La Piazza delle Idee occuperà i padiglioni 1 e 7 e ospiterà concetti, progetti e proposte innovative ancora alla ricerca di partner e finanziatori; mentre la Piazza dell’innovazione, ospitata dai padiglioni 2, 3, 4 e 5, sarà interamente dedicata a realtà già consolidate che offriranno ai visitatori l’opportunità di conoscere e testare nuovi prodotti, processi e servizi subito disponibili sul mercato o giunti allo stadio di prototipo avanzato.
Nella Piazza delle Idee sarà protagonista il sistema universitario regionale nella sua completezza, portando le proprie esperienze di ricerca e spin-off. Saranno presenti anche le più autorevoli istituzioni scientifiche del territorio, ambasciatrici dei sistemi di conoscenza e innovazione a livello internazionale.
Nella Piazza dell’Innovazione i visitatori potranno scoprire le ultime frontiere della tecnologia e testare prototipi e prodotti all’avanguardia in moltissimi campi, dalle biotecnologie alla microelettronica, dalla logistica ai trasporti navali, dal marketing all’organizzazione aziendale, dai nuovi materiali alle soluzioni per la salvaguardia dell’ambiente e la sicurezza in campo agroalimentare.

 

Gli eventi, oltre all’intervento in videocollegamento (teleportec) dell’inventore e futurologo Raymond Kurzweil, prevedono la partecipazione di autorevoli personalità del panorama dell’innovazione
italiana e internazionale, come il premio Nobel per la Fisica 1998 Robert Laughlin, i genetisti William Haseltine e Michael Morgan, il presidente del Comitato Nazionale per la Bioetica Francesco Paolo Casavola, il co-ideatore del World Wide Web Robert Cailliau, il direttore del Biomechatronics Group del Media Lab Hugh Herr, gli esperti di economia ambientale Bernard Barraqué e Meine-Pieter van-Dijk, Neil Gerschenfeld del Bits and Atoms Center del MIT, il Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio Corrado Clini, l’esperto di bioetica e docente di Storia della Medicina presso l’Università La Sapienza di Roma Gilberto Corbellini, l’esperto internazionale di rifiuti e docente di ingegneria ambientale presso l’Università di Padova Raffaello Cossu, l’ideatrice del Network Innoversity Susanne Justesen, l’economista del Magdalen College della University of Oxford Andrea Boltho, l’esperto di economia energetica Philip Verleger, che dialoga con l’ex vicegovernatore del Maryland Kathleen Kennedy e con il fondatore e presidente esecutivo di Solarcentury Jaremy Leggett sui temi della crescita economica e della compatibilità ambientale.
Significativa la partecipazione del mondo dell’impresa e della finanza con la presenza di Corrado Passera, Consigliere Delegato e CEO di Intesa Sanpaolo, Nerio Alessandri di Technogym, Mario Mascolo di 3M, Gianpietro Benedetti di Danieli spa, Enzo Biagini di Apple, Nevio Di Giusto di Fiat Group, Massimiliano Magrini di Google, Vincenzo Giori di Siemens.

 

Un format specifico è quello del Torneo dei Paradigmi, creato e organizzato dall’Università degli Studi di Udine come tradizionale arena dedicata all’approfondimento delle diverse interpretazioni, soluzioni e ipotesi maturate dal mondo della ricerca, della finanza, della politica e delle imprese su alcune delle questioni cardine della contemporaneità, che quest’anno procede lungo tre filoni principali: genomica personalizzata, riutilizzo dei rifiuti e problematiche associate alla gestione delle risorse idriche.
Molto ricco anche il programma dei convegni dedicati a un pubblico di specialisti e che quest’anno riguarda un ampio ventaglio di argomenti: l’innovazione nell’ICT, il Marketing e il Management, l’innovazione nella vita quotidiana e il sistema imprenditoriale locale.
Sul fronte espositivo, la qualità della vita come dimensione di un comfort che coniughi funzionalità, sicurezza ed estetica viene sviluppata nei 500 metri quadri della Quality Life House, la casa domotica dimostrativa realizzata da AREA Science Park con il supporto di diverse realtà di ricerca attive nella Regione nell’ambito di Domotica FVG, progetto che mira a fare del Friuli Venezia Giulia un punto di riferimento internazionale per la ricerca, lo sviluppo, la produzione e la diffusione dei sistemi domotici.

 

Come da tradizione InnovAction rivolge una particolare attenzione al mondo dei giovani, con un intero padiglione dedicato a loro, a cura dall’Università di Udine, che quest’anno ha come focus centrale l’energia. Ai business game che vedono i manager di oggi confrontarsi con quelli di domani si affiancano due tavole rotonde, due mostre didattiche, un quiz sulle tecnologie alimentari e un calendario di simuluazioni di colloqui di lavoro, oltre una vetrina di presentazione per le più interessanti ricerche opera di dottorandi.
Nei padiglioni di Udine Fiere il pubblico e i professionisti potranno anche scoprire prototipi e prodotti all’avanguardia in moltissimi campi: dalle biotecnologie alla microelettronica, dalla logistica ai trasporti navali, dal marketing all’organizzazione aziendale, dai nuovi materiali alle soluzioni per la salvaguardia dell’ambiente e la sicurezza in campo agroalimentare. Completano l’offerta i nuovi percorsi esperienziali della sezione culturale (padiglione 9) di InnovAction che, a partire da momenti di spettacolo come il concerto dei Subsonica (il 14 febbraio al Palasport Carnera) e la presenza di MTV, si concentrano sulle suggestioni derivanti dal connubio tra arti visive e musica, stimolando il pubblico di InnovAction a vivere l’innovazione anche attraverso la fruizione multisensoriale dell’espressione artistica, come quella resa possibile da Transient, viaggio di scoperta, attraverso il video sviluppato dal fotografo Armin Linke in collaborazione di Claudio
Sinatti e i suoni elettroacustici prodotti da Renato Rinaldi e Giuseppe Ielasi, delle trasformazioni urbanistiche e antropologiche operate dalla tecnologia sul paesaggio.

 

Stay Tuned UDINE20 is in action

facebook

Lascia un commento

828