Bearzi

Inter-Udinese 2-5 la cronaca – Bianconeri in Europa

L’Udinese cerca la qualificazione alla Europa League e per staccare il biglietto c’è bisogno dei tre punti a San Siro contro l’Inter. Guidolin dopo i dubbi della settimana si affida a quella che si può definire la formazione tipo del finale di campionato: Brkic fra i pali, linea difesniva con Benatia, Danilo e Domizzi. Centrocampo con Basta Allan, Pinzi, Gabriel Silva; Pereyra e Muriel supportano l’unica punta Di Natale.

QUI LE PAGELLE

 

La partita deve ancora cominciare quando Pinzi infila Handnavic con una fulminea penetrazione in area. Siamo al 1°. L’Udinese raddoppia al 9° quando Domizzi devia di testa in rete alle spalle di Handanovic. La partita sembra in discesa ma due minuti dopo Juan Jesus in seguito a un mischione in area trova il pertugio per bucare un Brkic tuttaltro che irreprensibile. I brividi si susseguono: rima Handanovic compie un miracolo su Di Natale poi è il turno di Brkic a dire di no su una deviazione a colpo sicuro di Rocchi, sul capovolgimento di fronte Muriel non riesce a deviare di testa il cross di un incontenibile Pereyra che sulla destra lascia piùvolte Pasa sul posto. L’Inter non dimostra una grande capacità di manovra ma riesce a farsi comunque insidiosa sfruttando palle sporche. La partita rallenta fino al 40° quando Di Natale sfrutta un passaggio sbagliato di Gabriel Silva per liberarsi e scoccare un tiro a giro che colpisce il palo prima di terminare in rete. È’ il 3-1. IL primo tempo finisce fra i fischi del pubblico di San Siro per l’Inter.

Il secondo tempo inizia senza cambi. Il primo brivido arriva su una punizione dell’Inter deviata in angolo un filo sopra la traversa. Sul contropiede derivante dal corner in una situazione di 3 contro 3 Muiel serve Gabriel Silva che con un dolce pallonetto scavalca Handanovic. E’ 1-4 ed è tripudio.Al 10° Rocchi devia sul palo un cross dalla sinistra mentre dal terzo anello la festa dei tifosi udinesi si fa addirittura assordante. Rocchi non molla e al 18° riesce a deviare in rete da centro area un bel cross di Palacio entrato al posto di Alvarez. Non è finita: sull’ennesimo anticipo di Benatia la palla si avvia lentamente verso Handanvic ma Muriel è più lesto del portiere e lo salta appoggiando in porta il suo 11 gol stagionale. Benatia esce dal campo tenendosi una coscia, al suo posto entra Angella. Arriva anche la notizia del vantaggio del Cagliari sulla Lazio. Non succede più niente. L’Udinese va in Europa per la terza  volta di fila.

facebook

Lascia un commento

317