Udine

Interventi dei Carabinieri mirati alla prevenzione e repressione dei reati. 16 dicembre

bancomat

Nelle ultime 24 ore i servizi di controllo del territorio sviluppati dai carabinieri del Comando Provinciale di Udine, mirati alla costante prevenzione e repressione dei reati, hanno consentito di conseguire i seguenti risultati operativi:

 

Compagnia di Tarvisio:

I Carabinieri di quella Compagnia hanno identificato due cittadini extracomunitari privi del permesso di soggiorno. Per quanto sopra gli stessi, al termine delle procedure di identificazione, venivano accompagnati presso la Questura di Udine per regolarizzare la loro posizione.

 

Compagnia di Palmanova:

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno denunciato in stato di libertà per l’ipotesi di reato di guida in stato di ebbrezza alcolica un 69enne della zona, coinvolto in un sinistro stradale senza feriti, accertando la violazione mediante apparato alcoltest in dotazione.

 

Compagnia di Udine:

I Carabinieri della Stazione di Majano, al termine di un’attività investigativa scaturita da una denuncia presentata da un residente, identificavano due sorelle di 20 e 23 anni, residenti in Trentino, quali responsabili di un furto perpetrato in un’abitazione e del conseguente indebito utilizzo di una carta di credito. Le due giovani venivano denunciate in stato di libertà. Essendosi verificati di recente in Provincia episodi delittuosi di speculare natura, si allega la foto di una delle sopra riportate per la pubblicazione, al fine di invitare le vittime dei reati che eventualmente la riconoscessero quale autrice a recarsi presso il più vicino Comando Arma per gli adempimenti del caso.

I Carabinieri della Stazione di Codroipo hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Udine nei confronti di un 23enne residente in quel centro. L’uomo è stato tratto in arresto ed è stato condotto presso il proprio domicilio dove dovrà scontare la pena di mesi uno e giorni 28 di reclusione per il reato di tentato furto aggravato in concorso.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile, a seguito di una richiesta pervenuta all’utenza “112”, son intervenuti presso un esercizio commerciale cittadino ove un individuo, palesemente ubriaco, stava molestando la esercente. L’uomo, un 30enne cittadino comunitario residente fuori regione, in seguito risultato destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere in quanto responsabile del reato di incendio aggravato, alla vista dei militari dava in escandescenze scagliandosi fisicamente contro di loro. Il soggetto veniva tratto in arresto per le ipotesi di reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali, oltre che in esecuzione del citato provvedimento, ed associato presso la Casa Circondariale di Udine.

facebook
1.007